Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Frosinone, evade dai domiciliari per andare al pronto soccorso: arrestato dalla Polizia

Un ventiseienne si è visto notificare a Civitavecchia l'ordine di carcerazione emesso dal Gip di Frosinone dopo la violenta reazione avuta all'interno del 'Fabrizio Spaziani' dove a pugni ha distrutto alcuni suppellettili

Gli investigatori della Polizia di Stato hanno arrestato un giovane, cittadino italiano nato in Albania, colpito da Ordine di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal GIP del Tribunale di Frosinone. Il 23enne, con numerosi precedenti, era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria residenza di Frosinone da dove, il 28 luglio, si era allontanato per recarsi al Pronto Soccorso.

Gli agenti della Questura di Frosinone, durante un controllo, lo avevano rintracciato all’interno della struttura sanitaria. All’arrivo dei poliziotti, il giovane aveva inveito contro di loro con parole ingiuriose e minacce e, in preda all’ira, aveva dato un pugno contro la cassetta anti-incendo della struttura sanitaria, danneggiandola.

Gli agenti hanno pertanto segnalato il 23enne all’Autorità Giudiziaria per quanto accaduto all’interno del nosocomio ed il GIP del Tribunale di Frosinone, ritenendo che il motivo per cui T. J. si era allontanato dalla propria abitazione, senza autorizzazione, per recarsi al Pronto Soccorso non fosse urgente e soprattutto in considerazione del comportamento che il giovane aveva avuto nei confronti dei poliziotti, in data 10 agosto ha emesso la misura di aggravamento degli arresti domiciliari sostituendola con la custodia cautelare in carcere.

L’Ordine di Carcerazione è stato eseguito dagli investigatori del Commissariato Civitavecchia, diretto da Paolo Guiso, che lo hanno rintracciato presso una “comunità” dove T. J. era stato temporaneamente collocato 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, evade dai domiciliari per andare al pronto soccorso: arrestato dalla Polizia

FrosinoneToday è in caricamento