menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Pompeo-2

Antonio Pompeo-2

Frosinone, dl enti locali, Pompeo: “misure importanti per dare attuazione al processo di riforma delle province, enti centrali per lo sviluppo del territorio”

“E’ sicuramente un passo in avanti fondamentale nel processo di riforma delle Province e di passaggio agli Enti di Area Vasta, nati con l’obiettivo di semplificare ed efficientare i servizi ai territori. Non a caso sono stati affidati ai sindaci...

"E' sicuramente un passo in avanti fondamentale nel processo di riforma delle Province e di passaggio agli Enti di Area Vasta, nati con l'obiettivo di semplificare ed efficientare i servizi ai territori. Non a caso sono stati affidati ai sindaci, che sono abituati alla concretezza e che con grande spirito di responsabilità e in maniera volontaria si stanno accollando gli oneri di gestire questo importante passaggio istituzionale".

E' il commento del Presidente Antonio Pompeo al D.L. Enti Locali, dopo l'approvazione in Senato di importanti misure destinate proprio alle Province.

"Il Governo, in maniera responsabile, ha dimostrato di sapere ascoltare le richieste che sono arrivate dall'Upi e dai Presidenti stessi delle Province. Senza il dialogo e il confronto continuo con i destinatari della riforma, si rischia di non riuscire ad attuarla in maniera ottimale".

"Oltre alla misura che prevede la redazione del Bilancio pluriennale limitato al solo 2015 - spiega Pompeo - nel DL sono contenuti importanti provvedimenti per le Province che vanno dal contributo di 30 milioni di euro, più ulteriori 30 per l'assistenza degli studenti con handicap fisici e sensoriali, ad interventi sul patto di stabilità. Per quanto concerne il personale poi, un percorso più certo è stato incardinato sul trasferimento degli esuberi della Polizia provinciale e degli addetti ai Centri per l'Impiego".

"Non solo, il DL ha chiarito anche la tempistica sulla riassegnazione delle funzioni non fondamentali, vero e proprio nodo gordiano per le Provincie. Le Regioni che non provvederanno a legiferare entro il 31 ottobre, dovranno trasferire, fino a novembre, le risorse necessarie per coprire il costo della gestione delle competenze. E se continueranno a non provvedere, ulteriori trasferimenti dovranno arrivare entro il 30 aprile".

"Sono certamente misure importanti quelle adottate dal Governo e che vanno nella direzione di dare piena attuazione al processo di riforma delle Province. Proprio i nuovi Enti di Area Vasta - chiarisce il Presidente della Provincia di Frosinone - possono dimostrare che il paese è capace di autoriformarsi e dunque che ce la può fare. Ora, diventa fondamentale lavorare anche in sede di documento di legge di stabilità 2016 per evitare quei tagli che si prevedono e scongiurare rischi sulla garanzia dei servizi".

"E' chiaro che le Province - conclude Antonio Pompeo - rivestono ancora, se non addirittura potenziato, un ruolo centrale nel determinare le dinamiche di sviluppo di una comunità. Lo dimostra il lavoro fatto in sede di recupero di risorse ex lege 46 sulle infrastrutture Fca. Lo dimostrerà la funzione che potrà svolgere il Comitato per lo Sviluppo. Le Province possono supportare la crescita locale, favorendo il dialogo, la collaborazione e la sintesi fra i vari attori istituzionali. Possono e devono rappresentare e amplificare le istanze locali, oltre a gestire servizi di rilevanza e di interesse per i cittadini. Un ruolo di coordinamento, di espressione dell'identità di un territorio, per cui è massima la disponibilità e l'impegno da parte mia. Auspico, in questo percorso, la collaborazione di tutti coloro che hanno a cuore gli interessi della nostra provincia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento