"Entravano" nei pc e acquisivano codici personali. Truffa milionaria, tre ciociari nei guai

Un operaio di Frosinone ed altre due persone residenti in paesi limitrofi al capoluogo ciociaro sono state rinviate a giudizio. Ben 177 le operazioni fraudolente messe in atto dall’organizzazione

Associazione a delinquere finalizzata alla frode informatica, tre ciociari finiscono sotto processo. l primo è un operaio di 53 anni che risiede nel capoluogo ciociaro mentre gli altri abitano in due paesi confinanti. La vicenda risale al 2015 quando a seguito di una operazione interforze tra carabinieri, squadra Mobile e Finanza che stavano indagando su una maxitruffa ai danni di alcuni istituti di credito della capitale, finirono nel mirino della procura venti persone, tra queste i tre ciociari.

I codici di accesso 

Secondo quanto riportato nel capo di accusa i tre sono finiti sotto processo perché, si legge nel decreto di rinvio a giudizio “si associavano tra loro in numero superiore a dieci, rivestendo ciascuno i ruoli indicati allo scopo di commettere più delitti di detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informativi o telematici e indebita utilizzazione di carte di credito o di pagamento nonché più delitti per conseguire il profitto delle operazioni fraudolente in caso di blocco delle somme da parte degli istituti di credito interessati".

La simulazione degli  acquisti

Nello specifico l’associazione malavitosa riusciva ad intervenire sui sistemi informativi o telematici degli istituti bancari simulando l’acquisto di beni e intestazioni di servizi mai avvenuti, con addebito del relativo prezzo sui conti correnti dei titolari delle identità digitali ottenute nei codici abusivamente trasferiti e riprodotti sulle carte false.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le operazione fraudolente

Ben 177 le operazioni fraudolente messe in atto dall’organizzazione specializzata appunto in truffe informatiche. Da questa attività illecita l'organizzazione aveva messo in piedi un giro di denaro per quasi un milione di euro.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento