menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tenta di entrare in casa della sorella per farsi dare i soldi, in manette un 36enne

L'uomo dopo aver suonato ripetutamente il campanello, non avendo risposta, ha rotto la tapparella di una porta finestra. Nel frattempo la donna aveva avvertito le forze dell'ordine

Atti persecutori, violazione di domicilio e tentata estorsione, sono i reati di cui si è reso responsabile un 36enne di Morolo arrestato la scorsa notte a Frosinone dai militari del Norm della Compagnia. Reati compiuti dall'uomo ai danni della sorella.

Non era la prima volta

L.T., queste le sue iniziali, è stato fermato dai carabinieri prima che riuscisse ad introdursi in casa della donna per farsi consegnare soldi, altri soldi. Non era la prima volta che accadeva. Già in passato si era fatto dare del denaro dalla sorella contro cui aveva tenuto condotte persecutorie, per le quali era stato ammonito dal questore di Frosinone. La scorsa notte L.T., disoccupato e già censito per reati contro il partrimonio, la persona e in materia di stupefacenti, si è recato nuovamente presso l'abitazione della consaguinea e con violenza, dopo aver suonato ripetutamente il campanello della porta d'ingresso, non avendo risposta, ha forzato, rompendola, una tapparella di una porta finesta con l'intento di entrare nell'appartamento.

Un'intenzione che fortunatamente non è andata a buon fine grazie al tempestivo intervento dei militari operanti, poco prima allertati telefonicamente dalla vittima. Il 36enne, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso il proprio domicilio in regime degli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento