Preso il ladro della Renault Captur bianca. Ecco come faceva a truffare gli automobilisti anziani

Identificato dal derubato un 35enne di origine campana già “conosciuto” alle forze dell’ordine

Non era la prima volta che metteva a segno un furto nella città di Frosinone e non era la prima volta che utilizzava un metodo oramai “consolidato” prendendo di punta le persone anziane. Questa volta il furto è avvenuto nei pressi della Villa Comunale.

Il furto nel distributore

Il sig. C.C.  mentre era presso un distributore di benzina del centro città per rifornire l’automobile di benzina aspettando il suo turno era stato distratto dall’alterco tra il gestore ed un terzo che con la propria auto, una Renault Captur bianca, intralciava e disturbava il lavoro nella piazzola del distributore.

La scusa della ruota bucata

Nella circostanza il malcapitato, mentre guidava la propria autovettura veniva affiancato dal conducente della Renault Captur che lo avvertiva che una delle sue ruote era bucata. Dovendosi dedicare a cambiare la gomma, per precauzione poggiava il borsello contenente denaro e documenti sul sedile posteriore. Una volta terminata la sostituzione del pneumatico rientrando in auto aveva la brutta sorpresa di accorgersi il borsello non c’era più. 

L’intervento della polizia e l’arresto

Gli investigatori della Questura di Frosinone, anche in base alle descrizioni del derubato, concentravano le indagini su alcuni pregiudicati di origine campana già deferiti all’A.G. per reati della stessa specie, appurando che anche nei precedenti furti gli autori si trovavano a bordo di una Renault Captur bianca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’album con i truffatori

Gli investigatori componevano un album fotografico con svariate immagini di malviventi tra le quali il derubato riconosceva quella del soggetto che l’aveva avvisato di avere la ruota forata. Il personale della Polizia di Stato, dopo aver condotto l’indagato presso gli Uffici della Questura ed averlo sottoposto ai rituali accertamenti, denunciava all’Autorità giudiziaria un  trentacinquenne campano  E.A. per questo ulteriore reato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio Willy, gli arrestati accusati di omicidio volontario. Incastrati dall'autopsia

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Tragico scontro tra 5 moto: il centauro morto è il ciociaro Gianluigi Giansanti. Feriti gli altri 4

  • Omicidio Willy, il papà di uno dei testimoni: “Tenere alta l’attenzione mediatica anche dopo il funerale”

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Gioele non ce l'ha fatta: dramma a San Cesareo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento