Cronaca

Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

Le donne di origine romene e bulgare sono state fermate nelle ore scorse dai carabinieri durante un controllo mirato

Controlli a tappeto dei carabinieri contro la prostituzione, dopo le ordinanze emanate nei giorni scorsi, sull’oramai famoso stradone dell’Asi compreso tra i comuni di Frosinone, Supino, Castro dei Volsci  e Ceccano.

Nelle ore scorse i militari nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio,  predisposto dal Comando Compagnia Carabinieri di Frosinone, con il personale della  Sezione Radiomobile e delle Stazioni dei vari comuni su citati hanno identificato e controllato cinque prostitute di origini romene e bulgare, elevando nei loro confronti altrettante sanzioni amministrative poiché risultate “non ottemperanti all’ordinanza antiprostituzione emessa dal Sindaco di Frosinone”

Nel corso del medesimo servizio, inoltre venivano:   inoltrate 5 proposte per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con Foglio di via obbligatorio” nei confronti di una 31enne rumena domiciliata a Patrica, un 49enne nigeriano residente a Roma, un 28enne residente nella Provincia di Latina, un 26enne residente in Provincia di Modena ed un 24enne di origini Moldave, tutti gravati da vicende penali  reati contro il patrimonio poiché, in seno al controllo da parte dei militari, non hanno fornito giustificato motivo circa la loro presenza nelle circostanze di tempo e di luogo nelle zone interessate dal meretricio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

FrosinoneToday è in caricamento