Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Offese sui social al Presidente Mattarella, due giovani ciociari nei guai

Nei post pubblicati in rete i due fratelli addirittura avrebbero parlato di minacce di morte facendo riferimento anche al destino del fratello del presidente, ucciso dalla mafia

Due studenti ciociari, fratelli tra loro, sono stati indagati dalla procura di Roma per vilipendio al capo dello Stato, diffamazione aggravata e minaccia aggravata. I due, che hanno rispettivamente 21 e 24 anni  e che per motivi di studio vivono nella capitale, verranno interrogati dagli inquirenti il prossimo 8 giugno.

L'identificazione

I due fratelli sono stati identificati tramite le ricerche effettuate dagli agenti della Polizia Postale i quali hanno indagato su alcuni siti internet dove erano state scritte reazioni molto forti dopo che il presidente Mattarella aveva detto no al ministro Savona per quanto riguarda il settore dell'economia. 

Le scritte minacciose

Gli agenti sono riusciti dunque a risalire ad alcune scritte minacciose ed offensive nei confronti del capo dello Stato per mano dei due studenti. Nei post pubblicati su un social network i due fratelli addirittura avrebbero parlato di minacce di morte facendo riferimento anche al destino del fratello del presidente, ucciso dalla mafia. Frasi ingiuriose che hanno portato la procura di Roma ad aprire un fascicolo. Adesso i due fratelli rischiano di andare sotto processo con accuse pesantissime per le quali sono previste pene molto severe. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Offese sui social al Presidente Mattarella, due giovani ciociari nei guai

FrosinoneToday è in caricamento