rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca

Inchiesta sul decesso di Mirco Cisbaglia, in ospedale per un dolore alla spalla e morto il giorno dopo

I familiari del 38enne, originario di Anagni ma residente a Torre Cajetani, hanno sporto denuncia e pretendono la verità. In mattinata l’autopsia per stabilire le cause del decesso avvenuto allo "Spaziani" di Frosinone dopo la doppia visita ad Alatri

L’esame autoptico in corso dalla mattinata di oggi, sabato 22 febbraio, stabilirà cause, modalità e mezzi che hanno causato la tragica morte in ospedale del 39enne Mirco Cisbaglia, originario della contrada anagnina del Tufano ma da tempo residente a Torre Cajetani con sua moglie e i due figli.

Due comunità in lutto che, sin dalla notizia della scomparsa avvenuta nella serata di giovedì 20, si sono strette attorno al profondo dolore dei familiari. Gli stessi che, alla ricerca della dovuta verità, hanno sporto denuncia ai Carabinieri di Frosinone, portando così all’apertura di un fascicolo da parte della Procura. Un’inchiesta che, basandosi sulla ricostruzione dei fatti ad opera dell’Arma e sui prossimi risultati dell’autopsia, accerterà perché è morto Mirco Cisbaglia.

La ricostruzione dei fatti

Mercoledì 19 febbraio, stando alla primissima ricostruzione dei fatti, il 39enne è andato per ben due volte all’Ospedale di Alatri dopo aver accusato un dolore a una spalla. Dopo il secondo controllo, sarebbe stato invitato a recarsi al Pronto Soccorso dello “Spaziani” di Frosinone per eseguire ulteriori visite. Da lì in poi, però, l’aggravamento delle sue condizioni, l’urgente trasferimento in rianimazione e il sopraggiunto decesso accompagnato ancora da tanti interrogativi.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sul decesso di Mirco Cisbaglia, in ospedale per un dolore alla spalla e morto il giorno dopo

FrosinoneToday è in caricamento