menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frosinone, presentata la Call For Proposal per il riposizionamento dei sistemi imprenditoriali

L’evento di presentazione della call regionale è avvenuto presso la sede territoriale della Regione. Una grande opportunità offerta a soggetti istituzionali e imprenditoriali del Lazio per proporre progetti di rinnovamento e rilancio

L'evento di presentazione della call regionale è avvenuto presso la sede territoriale della Regione. Una grande opportunità offerta a soggetti istituzionali e imprenditoriali del Lazio per proporre progetti di rinnovamento e rilancio

produttivo: è la Call for proposal per il "Sostegno al riposizionamento competitivo dei sistemi imprenditoriali territoriali" della Regione Lazio, presentata oggi presso la sede territoriale della Regione Lazio, a Frosinone.

A illustrare il provvedimento sono stati Marcello Pigliacelli, presidente della Camera di Commercio di Frosinone, Paolo Orneli, dell'assessorato allo Sviluppo Economico e Attività Produttive della Regione Lazio, e Stefano Fantacone, presidente di Lazio Innova.

La Call è il primo intervento organico con cui la Regione avvia il proprio programma per la reindustrializzazione del territorio. Un percorso preparato attraverso incontri con le organizzazioni imprenditoriali, i rappresentanti delle istituzioni locali e con le rappresentanze sindacali e associative. Obiettivo della Call for proposal, è quello di stimolare e raccogliere le proposte dei territori per far emergere progetti di riposizionamento competitivo solidi e credibili, per consentire così alla Regione di attivare a partire dall'inizio del 2016 i nuovi bandi Por Fesr 2014-2020 relativi alla reindustrializzazione. I progetti dovranno essere orientati alla trasformazione dei sistemi imprenditoriali attraverso l'innovazione tecnologica e organizzativa, l'internazionalizzazione, l'attrattività dei mercati, la sostenibilità ambientale, l'efficienza energetica e le reti d'impresa.

Potranno presentare una proposta progettuale di riposizionamento competitivo, in forma associata, Pmi, grandi imprese, Università, istituti di ricerca, organismi pubblici e privati e tutti i soggetti portatori di interesse, che siano in grado di esprimere azioni di sviluppo competitivo in un'ottica di lungo periodo. I progetti dovranno essere mirati a riposizionare un'intera filiera territoriale o produttiva. Saranno esclusi alcuni settori economici, tra cui la produzione di armi e munizioni, la lavorazione del tabacco, la pornografia, il gioco d'azzardo e le attività di speculazione finanziaria. Le proposte verranno selezionate da parte di un Comitato di scientifico attraverso una valutazione basata sulla rispondenza ai criteri e agli obiettivi della strategia regionale per il riposizionamento competitivo. Al termine del percorso di valutazione saranno pubblicati i bandi per il riposizionamento dei sistemi territoriali e/o delle filiere produttive, elaborati sulla base delle proposte progettuali pervenute. Ai bandi potranno concorrere ovviamente tutte le Pmi del Lazio, anche quelle che non abbiano partecipato alla Call. L'importo complessivo dei bandi sarà di 70 milioni di euro, dei quali 40 saranno destinati ad azioni di riposizionamento competitivo e 30 a: azioni di sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, nuovi prodotti e servizi; aiuti agli investimenti per la riduzione degli impatti ambientali dei sistemi produttivi (Apea - Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate - Ecoinnovazione); strumenti per l'internazionalizzazione del sistema produttivo; incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni delle imprese e delle aree produttive.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento