Frosinone, primo festival nazionale dei Conservatori italiani

E’ stato presentato ufficialmente il primo “Festival nazionale dei Conservatori italiani Città di Frosinone”. Un evento di straordinaria importanza che nasce dalla sinergia tra  Comune di Frosinone e Conservatorio di Musica “Licinio Refice”.

E’ stato presentato ufficialmente il primo “Festival nazionale dei Conservatori italiani Città di Frosinone”. Un evento di straordinaria importanza che nasce dalla sinergia tra Comune di Frosinone e Conservatorio di Musica “Licinio Refice”. Il Festival ha l’obiettivo di promuovere agli occhi di pubblico e media la straordinaria realtà dei Conservatori di Stato, offrendo un palcoscenico di primo piano in grado di valorizzare l’attività artistica dei giovani talenti che animano gli Istituti di Alta Formazione Musicale Italiani. Il Festival è dedicato a gruppi e solisti composti da studenti di Conservatori di musica o di Istituti musicali pareggiati. È aperto a tutti i generi compresi nelle grandi aree musicali del pop, del rock e del jazz, ivi inclusi repertori di ispirazione etnica nazionali ed internazionali (popolari italiani, latino-americani, caraibici ed altri).

Il Festival si terrà dal 4 al 28 luglio 2013 e vedrà la presenza di 45 gruppi ammessi alla fase finale, a fronte di 61 domande di partecipazione ricevute, 227 artisti, 70 accompagnatori e 27 città rappresentate su 48 conservatori. Questo l’elenco completo delle città partecipanti: Messina, Alessandria, Frosinone, Palermo, Firenze, Benevento, Brescia, Bari Cagliari, Bologna, Modena, Latina, Campobasso, Aosta, Trapani, Salerno, Napoli, Pescara, Monopoli, L’Aquila, Adria, Castelfranco Veneto, Lecce, Lucca e Milano.

Una giuria composta da esperti qualificati e da giurati popolari, nominati dal Comune di Frosinone, assegnerà, alla fine della rassegna, tre premi rispettivamente di 5000, 3000 e 2000 euro ai tre gruppi che riscuoteranno il più ampio consenso. Il Festival si svolgerà in Piazza Vittorio Veneto nel centro storico di Frosinone (che per l’occasione diventerà una sorta di anfiteatro a cielo aperto) tutti i fine settimana del mese di luglio dal giovedì alla domenica. In caso di pioggia gli spettacoli si terranno o nel Palazzetto dello sport o nell’auditorium Paolino Colapietro.

Il 12 e il 13 luglio la città di Frosinone ospiterà inoltre il “Premio delle Arti” con la presenza di 17 gruppi.

“Il Festival nazionale dei Conservatori è una novità assoluta per il nostro Paese, quando siamo partiti con questa iniziativa due mesi fa, non avremo mai immaginato di riuscire a far convergere a Frosinone i migliori 30 Conservatori italiani – ha commentato il sindaco Nicola Ottaviani – che saranno in competizione tra loro per tutto il mese di luglio, nell’anfiteatro di piazzale Vittorio Veneto. Da Aosta a Trapani, passando per Bologna, Firenze, Roma e Napoli a Frosinone arriveranno i migliori allievi con le relative famiglie e sostenitori al seguito, affollando le piazze, gli alberghi e le vie del nostro capoluogo. Se si offre qualche cosa di valido, anche il nostro capoluogo può eccellere a livello nazionale diventando punto di riferimento per l’arte, la musica e la cultura”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ con grande piacere – ha dichiarato il direttore del Conservatorio Antonio D’Antò – che voglio sottolineare come l’amministrazione comunale ha fortemente voluto investire nella cultura, e in questo caso lo ha fatto con un intervento davvero encomiabile”..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus, chiusa un’azienda che lavora il ferro a Morolo

  • Cassino, a rischio chiusura reparti fondamentali dell’ospedale Santa Scolastica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento