Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca Scalo

Rapinano malato di Alzheimer: massacrato di botte per 10 euro

Il gravissimo episodio è avvenuto la notte scorsa all'interno dello scalo ferroviario di piazzale Kambo ed ha visto coinvolto anche un 23enne di Colleferro

Un grave episodio si è verificato la scorsa notte nei pressi della stazione ferroviaria di Frosinone ai danni di un 60enne affetto dal morbo di Alzheimer. Erano circa le ore 2.45 quando una pattuglia della squadra volante è stata fermata dall'uomo originario di Cassino in evidente stato di agitazione e con segni di tumefazione.

Pestato per pochi euro

Il 60enne ha raccontato di essere stato rapinato pochi istanti prima del passaggio degli agenti. Secondo la sua testimonianza l'uomo sarebbe stato aggredito alle spalle mentre si trovava vicino alla biglietteria intento ad acquistare il tagliando per fare rientro a Cassino e derubato del portafogli, per un "bottino" di appena 10 euro.

I tre balordi sono stati immediatamenti rintracciati

A compiere l'azione in piena notte, verso le 2, sono stati 3 giovani, una donna e due uomini, la cui descrizione è servita agli agenti per risalire nel giro di breve tempo agli autori del reato. I tre sono stati infatti rintracciati non molto distanti dalla stazione. Riconosciuti dalla vittima sono stati assicurati alla giustizia. La donna, una 23enne di Colleferro, è stata arrestata, mentre gli altri due, un 33enne frusinate e un marocchino di 23 anni residente a Castro dei Volsci sono stati denunciati a piede libero per concorso in rapina aggravata. I tre erano già noti alle forze dell'ordine. Per i due 23enni è stato emesso il FVO dal comune di Frosinone. Per la 23enne della provincia romana C.T., dopo essere stata rimessa in libertà, è stato emesso l'obbligo di dimora in città in quanto era incensurata.

A.N. e M.M.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinano malato di Alzheimer: massacrato di botte per 10 euro

FrosinoneToday è in caricamento