Rissa tra extracomunitari per la vendita di telefoni "smarriti"

In tre sono stati denunciati mentre un quarto è stato arrestato dopo aver provocato lesioni al volto di un carabiniere

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia hanno denunciato per il reato di rissa tre cittadini extracomunitari, un 19enne ed un 26enne originari del Gambia ed un 20enne egiziano, tutti incensurati e senza fissa dimora. Un nordafricano è stato invece tratto in arresto per resistenza, lesioni e minaccia a pubblico ufficiale.

Il tutto è nato per la vendita di due telefonini

In particolare, i militari sono intervenuti a seguito di una lite nei pressi della Stazione Ferroviaria del capoluogo, nata da alcuni screzi legati alla vendita di due telefoni cellulari usati che l’egiziano aveva proposto ad uno degli altri due denunciati. La pattuglia, allertata da una telefonata anonima giunta al numero unico di emergenza “112”, è arrivata in piazzale Kambo ove i tre avevano dato vita ad un’animata discussione, degenerata poi in una vera e propria rissa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I cellulari erano stati smarriti a Sora

Gli operanti sono riusciti  prontamente a riportare la calma bloccando tutti i contendenti, condotti poi presso gli uffici del Comando Compagnia per l’identificazione e gli ulteriori accertamenti del caso. Durante gli stessi l’egiziano, appresa la notizia che i telefoni cellulari contesi sarebbero stati sottoposti a sequestro (poiché risultati essere stati smarriti a Sora all’inizio del mese in corso), ha dato improvvisamente in escandescenza minacciando i Carabinieri e scagliandoglisi addosso. Prontamente fermato, l’uomo ha tentato invano di divincolarsi, riuscendo però a colpire al volto un militare, costretto a ricorrere alle cure sanitarie per alcune contusioni. Al termine delle formalità di rito, il cittadino nordafricano è stato tratto in arresto e ristretto presso la Casa Circondariale di Frosinone a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento