Cronaca

Droga dalla Capitale a Frosinone con un metodo a dir poco geniale

Il giovane frusinate, già conosciuto alle forze dell'ordine per lo stesso reato, dopo la convalida dell'arresto è stato raggiunto dal provvedimento dell'obbligo di firma

Già da tempo i carabinieri della capitale stavano seguendo i suoi movimenti perchè sospettato di acquistare  sostanza stupefacente in alcune zone di Roma indicate come sedi dello spaccio e di trasportarla nel capoluogo ciociaro dove abita. Sospetti che si sono rivelati una certezza quando nei giorni scorsi i militari che lo hanno fermato nel quartiere della Romanina lo hanno sorpreso con cinque grammi di cocaina che l'uomo aveva nascosto all'interno dell'auto utilizzando un magnete.

L'obbligo di firma

Per il ragazzo che vive a Frosinone, si sono spalancate le porte del carcere. Ieri mattina nel corso della convalida dell'arrestol'avvocato Alessandro Loreto ha sostenuto davanti al giudice che lo stupefacente era per uso personale e che dunque il suo cliente non stava assolutamente effettuando attività di spaccio. Per tale motivo il magistrato ha disposto l'obbligo di firma tre volte la settimana.

I precedenti

Gia lo scorso anno il ventunne era stato sopreso nel quartiere Tor Bella Monaca a sud della capitale con dello stupefacente pronto per essere spacciato. Anche in quella occasione era scattato l'arresto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga dalla Capitale a Frosinone con un metodo a dir poco geniale

FrosinoneToday è in caricamento