Attivo lo sportello malasanità della Uil nel capoluogo

Da martedì ha aperto i battenti il servizio di assistenza legale della Uil indirizzato ai più bisognosi

Malasanità? Arriva in Via Mola Vecchia a Frosinone lo sportello della Uil e Uil Fpl.  Ogni martedì pomeriggio dalle 16 i professionisti che cureranno il punto di ascolto, saranno a disposizione di tutti gli utenti che ritengono essere stati penalizzati dalla sanità e che intendono, per tale motivo, valutare la possibilità di avviare un’azione risarcitoria nei confronti o della struttura sanitaria o del singolo medico.

Un aiuto per i più bisognosi

 “L’apertura dello sportello – riferisce l’avvocato Mariangela De Santis ideatrice del progetto – nasce dalla necessità di aiutare soprattutto coloro che non hanno i mezzi necessari per sostenere i costi di eventuali azioni legali. Sono state diverse le persone che in passato si sono rivolte a noi e che abbiamo assistito, per questo motivo abbiamo voluto istituzionalizzare il punto di ascolto che sarà attivo ogni martedì pomeriggio ma, in caso di esigenze particolari, anche in altri giorni della settimane”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La verifica dei presupposti

I legali dello sportello valuteranno in fare preliminare se effettivamente ci siano i presupposti per avviare un’azione risarcitoria: “Ci sarà una prima fase – spiega l’avvocato De Santis – dedicata alla valutazione medico legale finalizzata all’accertamento di eventuali responsabilità del sanitario o della struttura, ovvero delle condizioni necessarie per attivazione della richiesta risarcitoria; nello specifico verrà analizzata la documentazione medica ed eventualmente consigliata l’effettuazione di esami specialistici al fine di fornire al medico in convenzione tutti gli elementi utili per la disamina del caso specifico. Qualora il professionista incaricato dovesse rilevare una responsabilità nell’incidenza del danno subito, si passerebbe alla seconda fase volta alla formalizzazione della richiesta risarcitoria ed alla promozione della mediazione e/o della conciliazione strumenti, oltretutto, potenziati dai recenti interventi normativi che potrebbero concludersi positivamente con la definizione stragiudiziale della vicenda e, quindi, con il riconoscimento di un risarcimento alla parte lesa. Infine, qualora l’esito del tentativo di mediazione/conciliazione fosse negativo, l’utente potrà valutare, debitamente informato, se procedere alla proposizione delle possibili azioni giudiziali”. Minime le spese da sostenere: previsto un piccolo rimborso spese per il medico legale che verrà chiamato in causa, mentre solo in caso di risarcimento ottenuto verrà corrisposto un pagamento all’avvocato parametrato alla cifra ricevuta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • La Dea bendata bacia di nuovo la Ciociaria. Vinti 200 mila euro con un gratta e vinci

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento