Scopre che la moglie lo tradisce frugando nelle sue mail. Denunciato per violazione della privacy

La vicenda riguarda una coppia di mezza età con la donna del frusinate che aveva sposato un uomo siciliano che gestisce uno stabilimento balneare a Taormina

Avendo trovato le prove di un tradimento della moglie aveva chiesto la separazione con addebito. In questo modo alla coniuge non avrebbe dovuto versare nemmeno un euro di mantenimento. Invece  per le modalità con cui sarebbero state trovate le prove dell'adulterio è stato denunciato dalla coniuge per accesso abusivo di un sistema informatico e telematico e violazione di corrispondenza ed ingresso delle mail.

La vicenda

La vicenda risale a circa due anni fa quando l’uomo, un siciliano che gestisce uno stabilimento balneare a Taormina, aveva conosciuto in vacanza una 38enne del capoluogo ciociaro con cui aveva intracciato una relazione. Il rapporto affettivo era poi culminato con il matrimonio. La donna, per amore si era trasferita in Sicilia. Ma ben presto aveva capito di aver sposato un uomo egocentrico, che pensava soltanto al suo fisico ed al suo lavoro. Così ogni tanto, quando si sentiva sola, prendeva il treno e se ne tornava per qualche giorno a Frosinone, dove vivevano i genitori, i parenti e gli amici.

La trasferta amorosa

E proprio in una di queste "trasferte" aveva conosciuto un ragazzo che l’aveva fatta sentire di nuovo importante e con il quale era iniziata una storia d'amore. Il sospetto del marito che la moglie avesse un amante, quei frequenti viaggi nel capoluogo ciociaro.  Così aveva cominciato ad indagare. Ma l'aveva fatto nella maniera sbagliata. L'uomo che si era rivolto a personale specializzato in informatica, era riuscito ad entrare nel computer della donna ed a leggere tutte le mail che le arrivavano. Identica situazione per quanto riguarda i dati che era riuscito ad estrapolare dal suo cellulare.

Dal sospetto alla certezza del tradimento

Una volta che il sospetto si era trasformato in una certezza aveva chiesto la separazione con addebito. Ma quando la moglie è venuta a conoscenza di come l’ex marito era riuscito ad ottenere certe informazioni si è rivolta agli avvocati Carlo Mariniello e Stefano Popolla i quali ravvisando ben due reati del codice penale che riguardano appunto la violazione della privacy hanno presentato una dettagliata denuncia nei confronti del siciliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento