Non ha i soldi per pagare le rate della sua Porsche e la vende in Marocco

La polizia di Frosinone ha scoperto la truffa messa in atto da un 60enne ciociaro con due complici pontini

Un “intrigo” internazionale, con al centro una Porsche Cayenne, che ha coinvolto un 60enne frusinate e due complici pontini: dall’Italia al Marocco passando per la Spagna. Questo quanto scoperto in queste ultime ore della polizia di Frosinone.

Le indagini

Ma andiamo con ordine: il 60enne ciociaro in sede di denuncia presso gli uffici della Questura, dichiara di essere stato vittima di un sequestro di persona a scopo di estorsione ed usura e dice che  il reato si era consumato in Marocco e nella circostanza era stato costretto, sotto minacce,  a vendere la costosa auto. Scattano le indagini, nel corso delle quali emerge un’altra verità.

La verità nascosta

L’uomo aveva stipulato, per la citata autovettura, un leasing rendendosi però inadempiente alle obbligazioni contrattuali. La società danneggiata aveva presentato formale denuncia ed al malfattore era già stato notificato il decreto di sequestro preventivo.

La vendita non andata a buon fine

Consapevole dell’ illegalità della transazione, il 60enne aveva “piazzato” comunque la Porsche, con l’aiuto di due giovani residenti nella confinate provincia di Latina. Ad avvalorare la tesi investigativa i riscontri testimoniali e tecnici. Per i tre scatta la denuncia per riciclaggio.

(foto di archivio)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento