menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riempie di botte la moglie fino a farle gonfiare il labbro, arrestato 23 enne

Il ragazzo è stato intercettato dagli uomini della Polizia di Frosinone non lontano dalla sua abitazione

Prima picchia la moglie e poi sfoga la sua rabbia contro il portone di casa. Attimi di apprensione nelle ore scorse in pieno centro a Frosinone dove sono intervenute le volanti della Polizia per, nei pressi dell’abitazione mentre a bordo di un’Audi, l’uomo si dirigeva verso la parte bassa del Capoluogo.

Sulla linea di emergenza 113 della Questura era appema giunta la richiesta di aiuto di una giovane donna che, con voce interrotta dal pianto, riferiva di essere stata picchiata dal marito. L’uomo, dopo aver scaricato il suo impeto anche contro il portone di casa danneggiandolo a calci, si era allontanato a bordo della sua autovettura, di cui venivano indicati modello, colore e targa.

L’operatore della sala operativa immediatamente ha diramato la nota alle Volanti presenti sul territorio. Una pattuglia si è subito recata presso l’abitazione della vittima, che veniva soccorsa dal personale del 118 in quanto visibilmente agitata e tumefatta al volto, con il labbro inferiore gonfio e graffi sul collo.

La donna riferiva ai poliziotti intervenuti che prima di allora non aveva mai trovato la forza di denunciare il coniuge, nonostante già in passato fosse stata picchiata selvaggiamente e minacciata. Nel frattempo un’altra pattuglia ha intercettato l’auto segnalata e il marito violento, un 23enne nato in Albania, è stato arrestato; dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento