Molestata dal nonno materno, la bambina di dieci anni conferma tutte le accuse

Lunedì mattina nel corso dell'incidente probatorio la ragazzina ha dichiarato davanti ad un consulente della procura che il nonno la toccava nelle zone intime e che le inviava dal telefonino foto di donne nude

molestie su una bimba di 10 anni

Molestie sessuali sulla nipotina di dieci anni, al via l'incidente probatorio. Nella giornata di ieri alla presenza di un consulente della procura e dei legali Giampiero Vellucci che rappresenta i genitori della bambina, e dell’avvocato Giuseppe Cosimato che difende l’indagato la ragazzina ha confermato tutto le accuse.

Le molestie sarebbero avvenute all'interno della casa del nonno

La bambina avrebbe raccontato di quelle molestie avvenute a casa del nonno, un uomo di 63 anni residente nel capoluogo ciociaro. Il deprecabile episodio sarebbe avvenuto proprio in un periodo molto delicato per la bimba. I genitori, infatti, che si stavano separando, proprio per evitare traumi alla figlioletta, avevano preferito allontanarla qualche giorno da casa. Così l'avevano mandata dal  nonno materno.  

I nuovi "giochi"

Invece l'anziano, con la scusa di inventare giochi nuovi, la toccava nelle zone intime e le inviava sul suo cellulare foto raffiguranti donne nude in pose molto hard affinchè lei potesse imitarle quando. L’avvocato Cosimato che difende l'anziano ha chiesto al consulente della procura di sottoporre la presunta vittima ad alcuni test proprio per avere la certezza che quanto sostenuto in aula corrispondesse a verità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La confessione ad una amica di famiglia

La squallida vicenda è venuta fuori quando la bambina un giorno, ospite di alcuni amici di famiglia, si era confidata con quella che lei considerava una zia acquisita. Alla donna aveva raccontato di quei  strani giochi che le faceva fare il nonno e di quelle foto spinte che le inviava al cellulare con la scusa si farle imparare delle pose che poi avrebbe imitato nei loro. Un racconto  raccapricciante che aveva indotto la donna a riferirlo ai genitori. Questi ultimi avevano fatto scattare la denuncia. Da lì l'avvio delle indagini. Il resto è cronaca

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento