Investito sulle strisce vicino Forlì, muore il senatore ciociaro Stelio De Carolis

Il politico era originario di Fumone: la notizia è giunta nella cittadina ciociara ed ha lasciato tutti coloro che lo conoscevano sgomenti

Travolto da un’auto mentre andava a gettare l’immondizia di casa, così sfortunatamente è morto il senatore Stelio De Carolis, 80 anni, nativo di Fumone, ma residente da sempre in un paesino vicino a Forli. Il drammatico incidente stradale si è verificato venerdì pomeriggio lungo la strada Bidentina, nel cuore della cittadina di Meldola in provincia di Forlì, dove l'uomo viveva con la moglie e con la famiglia.

Il ricordo a Fumone con i presidenti Spadolini ed Andreotti

Era una persona molto legato al suo paese natale Fumone, dove c’è il famoso Castello, dove fu recluso e trovò la morte Celestino V. Un paese turistico ciociaro di primo piano, dove il senatore De Carolis tornava in occasione delle festività soprattutto natalizie ma l’attività politica l’ha sempre svolta al nord, dove aveva conosciuto la moglie che gli aveva dato tre figli. Noi lo ricordiamo nel lontano 1989, proprio nella sua Fumone, quando venne invitato dal Presidente Andreotti, nell’ultimo premio Fiuggi, proprio vicino al massimo rappresentante del suo partito il senatore Spadolini, presidente del Senato, venuto a conoscere la Ciociaria ed era stato proprio De Carolis a fare di onori di casa, nel bellissimo castello di Fumone, dove si svolse il pranzo inaugurale del Premio Fiuggi (la serata si concluse con la sinfony orchestra di Londra diretta da Lorin Mazel alla presenza di due Presidenti della Repubblica, Leone e Cossiga).

La vita parlamentare

Chi era Stelio De Carolis, nato a Fumone (Frosinone) il 14 novembre del 1937, è stato un esponente di spicco del Partito Repubblicano Italiano, in Parlamento per 14 anni. Il suo massimo incarico fu quello di Sottosegretario alla Difesa. Venne eletto Deputato, nel collegio di Forlì  per la prima volta nel 1987 nella X legislatura, è stato Vice presidente del Gruppo parlamentare repubblicano e sottosegretario di Stato alla Difesa nel VI Governo Andreotti. Venne rieletto anche nell'XI legislatura sempre col PRI fino al 1994 e ha fatto parte della Commissione agricoltura. Aderisce nei DS e venne eletto al Senato nella XIII legislatura nel 1996 e rimase in carica fino al 2001. Lascia la moglie e tre figli. (Nella foto l'auto che lo ha investito).

Leggi l'articolo completo su forlitoday.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Cassino, il primario del Pronto Soccorso sbotta: "Datevi una regolata"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento