rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Genazzano, preso con l'hashish alla pompa di benzina sulla Prenestina. Disposta sospensione per 15 giorni

Vendeva benzina “drogata” si fa per dire, perché oltre a mettere benzina, gasolio e gas nei serbatoi riforniva i “clienti” anche con del pregiato hashish di prima scelta. Così, un giovane che lavorava nel

Vendeva benzina “drogata” si fa per dire, perché oltre a mettere benzina, gasolio e gas nei serbatoi riforniva i “clienti” anche con del pregiato hashish di prima scelta. Così, un giovane che lavorava nel

distributore posto sulla SR via Prenestina tra i comuni di Genazzano ed Olevano è stato beccato sul fatto dai Carabinieri di Olevano Romano, facenti parte della Compagnia di Palestrina, che hanno fermato il ragazzo. Nel frattempo, però il Questore di Roma, ha emesso un provvedimento di sospensione dell’esercizio per 15 giorni per cui il distributore dovrebbe riaprire i battenti il 13 agosto scorso.

Il fatto è accaduto in un distributore sito sulla SR Prenestina a Genazzano e durante la perquisizione nel box e nei vari locali sono stati trovati tutti gli arnesi per la preparazioni delle dosi. Fin qui i fatti accaduti qualche giorno fa, poi saliti agli onori della cronaca per la “vistosità” del provvedimento del Questore di Roma che applicando l’art. 100 ha disposto la sospensione immediata dell’attività per 15 giorni, mentre il giovane è in attesa di giudizio dopo la convalida del fermo giudiziario e dopo essere stato rimesso in libertà.

Come i Carabinieri siano arrivati al “benzinaio” non è dato a sapere, sta di fatto che il giovane da diverso tempo, dopo che si erano sparse le voci sapientemente “registrate” dagli uomini agli ordini del Capitano Maiello era sotto “osservazione” e qualche giorno fa è stato preso con le mani nel sacco. Oltre a questo c’è stato anche il “giallo” della disposizione giudiziaria. Inizialmente, i Carabinieri di Genazzano hanno apposto il cartello sulla pompa di benzina con su scritti i termini di legge, lo stesso poi è stato coperto con altri grossi cartelli con la scritta “chiuso per ferie”. Poi l’altra sera è stato visto un altro cartello che annunciava la chiusura temporanea per Conto del Questore di Roma.

Questo distributore ha aperto i battenti tra i comuni di Genazzano, Paliano ed Olevano qualche anno fa e subito cominciò a scoppiare la “guerra” al ribasso del prezzo della benzina e nessuno riusciva a capire i motivi per i quali i prezzi erano cosi bassi in poco tempo si era creato una clientela molto numerosa ed aveva “costretto” le altre pompe della zona ad adeguare i prezzi. Diciamo che dopo di ciò la concorrenza si è spostata su altri “fronti”.

Foto e servizio di Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genazzano, preso con l'hashish alla pompa di benzina sulla Prenestina. Disposta sospensione per 15 giorni

FrosinoneToday è in caricamento