Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Genazzano, gli amici piangono Mirko in rete. Ancora nessuna novità sulle cause della morte

Il giorno dopo il ritrovamento della corpo senza vita dello sfortunato giovane genazzanese Mirko Sanna di 37 anni, in una strada di collegamento tra Palestrina e Colle di Fuori, gli amici tra lo sgomento generare non si danno pace ed in rete danno...

Il giorno dopo il ritrovamento della corpo senza vita dello sfortunato giovane genazzanese Mirko Sanna di 37 anni, in una strada di collegamento tra Palestrina e Colle di Fuori, gli amici tra lo sgomento generare non si danno pace ed in rete danno sfogo alla loro commozione. Mirko era un ragazzo molto simpatico e solare, era appassionato di fuoristrada e di scultura (faceva delle opere veramente molto belle) e faceva parte della locale sezione della Protezione civile. Viveva con i genitori e lavorava nell'azienda agricola di famiglia e come elettricista nella zona. Un ragazzo sempre pronto ad aiutare gli altri che in paese conoscevano tutti e ben voluto.

Dal giorno della sua scomparsa in rete era partito un tam tam e molti amici gli chiedevano, sulla pagina del suo profilo FB, quando sarebbe tornato e perché si era allontanato. Gli stessi amici che ieri appena appresa la tragica notizia hanno voluto salutare il buon Mirko con una frase, con un pensiero: "eri il numero uno della risata. I bei momenti che passammo insieme non li dimenticherò mai". "qualcuno ha deciso che te ne dovevi andare. Ma ancora dovevamo fare un sacco di cose. Ora nulla sarà più uguale. Ogni volta che faremo un sorriso tu riderai con noi da lassù". Oppure ancora "Forse molte persone non ti hanno mai conosciuto veramente, forse, neanche noi come amici siamo riusciti a conoscerti e a capirti bene, ma la vita è un viaggio, un viaggio che non sappiamo quando inizia e soprattutto non sappiamo quando finisce, ci ritroviamo nel viaggio e sta a noi decidere come viaggiare. Io ti voglio dire grazie, grazie per le risate e la gioia che portavi in mezzo ai tuoi amici, grazie per ogni singola battuta, grazie per ogni momento che abbiamo passato insieme e non importa se questo momento sia stato bello o brutto ma è stato un grande onore passarlo insieme a te".

Ora è il momento di capire le cause che hanno provocato la sua improvvisa morte, perché una spiegazione va trovata non può essere lasciato un vuoto cosi grande. Si attendono gli esiti degli esami dei periti del tribunale.

DF

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genazzano, gli amici piangono Mirko in rete. Ancora nessuna novità sulle cause della morte

FrosinoneToday è in caricamento