Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Genazzano, un nuovo inizio per la Protezione Civile regionale

“Protezione Civile, un nuovo inizio” è il titolo del Seminario che, sabato 15 marzo, si è tenuto al Castello Colonna di Genazzano per presentare ed approfondire i temi riguardanti la nuova legge regionale che istituisce il Sistema integrato...

"Protezione Civile, un nuovo inizio" è il titolo del Seminario che, sabato 15 marzo, si è tenuto al Castello Colonna di Genazzano per presentare ed approfondire i temi riguardanti la nuova legge regionale che istituisce il Sistema integrato regionale di Protezione Civile.Tra le novità, appunto, l'istituzione dell'Agenzia regionale di Protezione Civile, dotata di autonomia finanziaria ed amministrativa, con a capo un direttore nominato direttamente dalla Giunta regionale, ed articolata su un Centro funzionale regionale multi rischio ed una Sala operativa unificata permanente.

Di rilievo il riconoscimento attribuito all'associazionismo, dato che "Le organizzazioni del volontariato costituiscono parte integrante del Sistema integrato regionale (art.10, punto 1, N.d.R.)".

Il sindaco, poi, "quale autorità comunale di protezione civile, al verificarsi dell'emergenza nell'ambito del territorio comunale, assume la direzione dei servizi di emergenza che insistono sul territorio del comune ed il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alle popolazioni colpite e provvede agli interventi necessari dandone immediata comunicazione al Prefetto, al Presidente della Provincia ed al Presidente della Regione (art. 8, punto 1, N.d.R.)".

"Lo scorso 6 febbraio -dichiara il sindaco di Genazzano, Fabio Ascenzi- è stata approvata dal Consiglio Regionale la proposta di legge relativa al Sistema integrato regionale di Protezione Civile, una legge che colma un vuoto normativo lungo trenta anni. La Regione Lazio provvede con questa legge a disciplinare e riordinare le funzioni in materia di protezione civile al fine di tutelare l'integrità delle persone e dell'ambiente dai danni derivanti da eventi calamitosi. Molte sono le novità sostanziali introdotte, tra cui di particolare importanza la creazione di un'Agenzia, la valorizzazione del volontariato e la formazione permanente. Ciò premesso mi è sembrato utile organizzare una giornata seminariale che metta insieme a discuterne la Regione Lazio, i comuni e le associazioni di protezione civile del nostro territorio"."

La manifestazione è stata organizzata dal Comune di Genazzano e dall'Associazione di Protezione Civile "Ninfeo" di Genazzano ed ha registrato una presenza molto nutrita sia da parte delle delegazioni delle Organizzazioni di Volontariato, sia da parte delle rappresentanze delle Amministrazioni Comunali e delle Forze dell'Ordine.

La presentazione da parte del Sindaco di Genazzano Fabio Ascenzi ed il successivo intervento del Presidente dell'Associazione "Ninfeo" Toni Lucci hanno innescato parecchi interventi da parte dei presenti, alcuni dei quali molto interessanti: sono stati affrontati i temi dei rapporti tra Volontariato ed Istituzioni, le modalità di collaborazione tra Associazioni e Comuni, le criticità presenti nei nostri territori, l'importanza della prevenzione e la difficoltà da parte dei Sindaci di poterla mettere in atto. Si è inoltre parlato di temi più squisitamente tecnici riguardanti la Sala Operativa Regionale, la costituzione di una Colonna Mobile Regionale e la necessità di una formazione costante sia per i Volontari che per gli Amministratori locali.

La mattinata è stata arricchita dalla presenza di Carlo Rosa, dell'Ufficio di Gabinetto del Presidente Zingaretti, che ha sottolineato l'importanza di questa legge che, istituendo l'Agenzia Regionale di Protezione Civile, pone nuove basi per disciplinare e riordinare le funzioni in materia di protezione civile. Dopo aver dettagliato vari aspetti della legge, l'intervento di Carlo Rosa ha poi spaziato su varie tematiche: dall'esigenza di riordino della Sala Operativa alla regolamentazione dei contributi alle Associazioni di Volontariato, dall'importanza della creazione di una Consulta del Volontariato alla creazione degli Elenchi territoriali e alla verifica delle attività e della vita delle Organizzazioni, anche con visite nelle varie sedi da parte dei funzionari regionali.

Nel pomeriggio si è svolto poi l'atteso intervento di Massimiliano Valeriani, vice-presidente del Consiglio Regionale del Lazio e primo firmatario della legge, il quale, dopo aver ricordato che la legge è stata approvata in maniera assolutamente trasversale dalle varie componenti politiche, si è soffermato sui tre punti salienti della legge:

? l'istituzione dell'Agenzia Regionale di Protezione Civile che gode di autonomia sia sotto l'aspetto decisionale che quello finanziario e che porterà caratteristiche di operatività, di velocità e di flessibilità;

? il riconoscimento ufficiale e l'importanza del ruolo del Volontariato, parte integrante del sistema integrato di protezione civile regionale, con una serie di appositi provvedimenti tra cui l'istituzione della Consulta Regionale di Volontariato di Protezione Civile;

? l'istituzione di una scuola di formazione di protezione civile per la preparazione, l'addestramento e l'aggiornamento sia del personale istituzionale che dei Volontari.

fonte protezionecivilepalestrina.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genazzano, un nuovo inizio per la Protezione Civile regionale

FrosinoneToday è in caricamento