Grottaferrata, CS Gruppo INI - Salvaguardia ambiente

Efficienza e risparmi, il futuro del Gruppo INI è green Può il diritto alla salute coniugarsi al dovere di essere curati in strutture sanitarie ecologicamente innovative e funzionalmente rinnovate? «Sì», risponde convinto il dott. Cristopher...

1400_500_1_0-grottaferrata

Efficienza e risparmi, il futuro del Gruppo INI è green

Può il diritto alla salute coniugarsi al dovere di essere curati in strutture sanitarie ecologicamente innovative e funzionalmente rinnovate? «Sì», risponde convinto il dott. Cristopher Faroni membro del C.d.A. di INI S.p.A., che per le strutture sanitarie del Gruppo INI ha intrapreso la strada dell’ecosostenibilità. A fare da apripista al progetto, ideato e realizzato da etiLED Srl, azienda leader nel settore dell’efficientamento energetico, è la sede INI di Grottaferrata (Via di Sant’Anna snc, Grottaferrata, Roma; tel. 06 942851) una delle più importanti realtà sanitarie dell'hinterland romano.

La struttura, fino al 1971 dimora del Pontificio Collegio Scozzese di S. Andrea Apostolo, è una Casa di Cura accreditata con il SSN, articolata in reparti di degenza, sale operatorie, laboratori e molteplici servizi ambulatoriali. Qui a due passi dalla Capitale, immersi nel verde della campagna dei Castelli Romani, i pazienti possono sperimentare un modello terapeutico innovativo che unisce le più alte professionalità mediche e tecnologiche al contatto armonico con la natura circostante.

«Siamo assolutamente convinti che la natura incida in maniera significativa sul benessere psicofisico delle persone - spiega Cristopher Faroni -. Per questo motivo, è fondamentale dotare le strutture del Gruppo INI di un'illuminazione sostenibile in grado di consentire, oltre ad un risparmio dei consumi energetici, un minor impatto sull’ambiente, per la salute degli utenti e delle comunità circostanti. E’ una linea d’azione precisa quella che abbiamo intrapreso e che punta ad utilizzare al meglio la tecnologia quando questa consente benefici di carattere ambientale, riduzione dei costi e servizi migliori per l’utenza».

L’intervento presso la sede INI di Grottaferrata ha permesso di riqualificare e mettere a norma l’intero sistema d’illuminazione di ambulatori, sale d’aspetto, reparti e stanze di degenza, attraverso l’impiego di apparecchi LED che assicurano migliori livelli di comfort luminoso con minor consumo di energia e di emissioni di CO2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Nello specifico i consumi energetici annui sono passati da 395.443 kw/h a 216.185 kw/h, con un ritorno degli investimenti in circa quattro anni, e cosa ancor più importante attraverso il progetto etiLED tutto questo è stato possibile senza gravare sui bilanci aziendali in quanto l’investimento è ripagato interamente con il risparmio generato dal nuovo impianto.

«Dopo la sede di Grottaferrata sarà la volta delle altre strutture del Gruppo INI – conclude il dott. Faroni -. Siamo molto soddisfatti della scelta fatta perché risparmiare sui costi energetici delle strutture ci permetterà di investire ulteriormente sulla qualità dei servizi offerti a totale ed esclusivo vantaggio dei nostri pazienti».

La lezione del Gruppo INI dimostra come risparmiare energia e costi per le aziende, migliorando i servizi e contribuendo contemporaneamente e concretamente alla salvaguardia dell'ambiente, non è più un’utopia. Da oggi si può. Basta volerlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento