Cronaca

Guidonia Montecelio, compagno violento e geloso arrestato perché maltrattava la convivente

Durante l’ultima discussione degenerata in violenza fisica e minacce gravi, una giovane donna di 32 anni, ormai esasperata e timorosa anche per la propria figlia di 4 anni, ha deciso di chiedere aiuto al 112.

Durante l'ultima discussione degenerata in violenza fisica e minacce gravi, una giovane donna di 32 anni, ormai esasperata e timorosa anche per la propria figlia di 4 anni, ha deciso di chiedere aiuto al 112.

Neanche l'arrivo dei Carabinieri della Tenenza di Guidonia Montecelio ha scoraggiato il convivente che, davanti ai militari, ha continuato imperterrito ad insultare la compagna e a minacciarla, noncurante della presenza della figlioletta in casa.

Gli uomini dell'Arma, dopo essersi presi cura della donna e della bambina, hanno portato via il compagno violento.

L'uomo, dopo la nascita della primogenita, era diventato geloso in maniera morbosa e non consentiva alla convivente neanche di invitare persone presso la loro abitazione.

Secondo lui, la sua donna avrebbe dovuto pensare unicamente alla figlia ed alla casa che doveva essere sempre in ordine al suo rientro dal lavoro, altrimenti potevano volare parole e schiaffi: con l'ultimo che le ha dato, ha rotto gli occhiali alla madre di sua figlia.

Il 35enne di Guidonia è stato così tratto in arresto e accompagnato presso il domicilio dei genitori dove rimarrà a disposizione dell'autorità giudiziaria in regime degli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guidonia Montecelio, compagno violento e geloso arrestato perché maltrattava la convivente

FrosinoneToday è in caricamento