rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca Serrone

Incendio alle pendici dello Scalambra, le fiamme non si arrestano. In azione un canadair e due elicotteri (video)

Un vasto incendio nella tarda serata di ieri ha avuto conseguenze devastanti sulle coltivazioni e sulle vigne. Le fiamme anche nelle giornata odierna continuano ad avanzare

Continuano anche nella giornata odierna gli interventi di spegnimento del vasto incendio scoppiato ieri intorno alle 22:30 tra i comuni del Serrone (nord Ciociaria) e Roiate (Rm).

Sul posto da subito i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile di Serrone, Paliano, Anagni, Piglio, Roiate, Olevano, Genazzano e Valmontone che da ore stanno presidiando l'area colpita dall'incendio e stanno impedendo che si avvicini alle abitazioni presenti. Necessario l'intervento di due elicotteri (foto e video) della Protezione Civile Regionale che si riforniscono nel container in località pantana installato proprio nei giorni scorsi per assorvede a tali funzioni e del canadair che continuano incessantemente con le operazioni di spegnimento.

Si ringraziano i tanti volontari che da ore stanno dando supporto alle operazioni. Sul posto il Sindaco del Serrone, alcuni membri dell'Amministrazione Comunale e l'Ufficio Tecnico.

Il racconto della prima serata

Violento incendio, di natura molto probabilmente dolosa, è scoppiato sabato sera ai piedi del Monte Scalambra in territorio di Roiate (Provincia di Roma) ai confini di Serrone, subito dopo la frazione di San Quirico.

Ieri sera intorno alle 22,30 improvvisamente vicino alla “Mora Roscia” non si capisce se territorio di Olevano Romano o di Roiate, sono dovute intervenire tutte le squadre della Protezione Civile di Roiate, Cave, Genazzano, Serrone, Piglio e Anagni oltre ai vigili del fuoco di Colleferro e Fiuggi, quest’ultimi hanno vigiliato che l'incendio non si avvicinasse ai pressi delle abitazioni.

Sono andati a fuoco almeno 100 ettari di terreno tra uliveti e la preziosa vigna di vino Cesanese Rosso Docg, provocando danni enormi. Solamente questa mattina con l’arrivo dei canadair si è potuto avere ragione delle fiamme che comunque hanno provocato danni alla cultura bassa e alle piante di alto fusto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio alle pendici dello Scalambra, le fiamme non si arrestano. In azione un canadair e due elicotteri (video)

FrosinoneToday è in caricamento