Incidente sull'A1: si schiantano con la Porsche, morti 2 giovani

Il drammatico schianto è avvenuto la scorsa notte lungo al corsia nord nel tratto compreso tra San Vittore e Caianello. Le vittime residenti a Giugliano in Campania e Parete (Caserta)

La Porsche

La Porsche Carrera sulla quale viaggiavano ha perso il controllo e per loro, due giovani, non c'è stato scampo. Sono morti praticamente sul colpo, la notte lunga, lungo la corsia nord dell'A1 nel tratto compreso tra San Vittore e Caianello. Si tratta di due ragazzi di 18 e 27 anni residenti rispettivamente di Parete in provincia di Caserta e Giugliano in Campania in provincia di Napoli. 

La ricostruzione

In base ad una prima, sommaria, ricostruzione della dinamica effettuata dagli agenti della sottosezione A1 di Cassino e del Coa di Caserta, sembrerebbe che la potente vettura abbia dapprima perso aderenza con l'asfalto e poi sarebbe finita in una scarpata e successivamente contro lo sparti-traffico in cemento.

Le vittime

Uno dei due giovani è deceduto sul colpo mentre il secondo, estratto vivo dalle lamiere, è purtroppo deceduto poco dopo l'arrivo all'ospedale 'Santa Scolastica' di Cassino. Agli agenti del sostituto commissario Giovanni Cerilli il triste compito di avvertire i familiari che sono già arrivati a Cassino per il riconoscimento. I due giovani erano sprovvisti dei documenti pertanto è stato necessario risalire alla loro identità attraverso il numero di targa. Sul posto dov'è avvenuto l'incidente hanno lavorato i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino e diversi operatori dell'Ares 118.

Disposto il sequestro della Porsche

Il magistrato della Procura di Cassino, la dottoressa Maria Beatrice Siravo ha disposto il sequestro della vettura che al momento si trova in un deposito giudiziario. 

Aggiornamento alle 12 e 40

Un folle venerdì sera trasformatosi in tragedia. E’ quello che hanno vissuto - riporta il sito casertanews.itAlessandro Tizzano, 27 anni di Giugliano, e Francesco Lottante, diciotto anni appena compiuti, residente a Parete. Una serata a folle velocità a bordo di una Porsche, prima tra le strade di Giugliano e poi in autostrada.

Volevano provare l’ebrezza della velocità, ma la loro corsa è finita contro il guard-rail dell’autostrada A1 tra Caianello e San Vittore: Alessandro ha perso il controllo della vettura e si sono schiantati. Lui è morto sul colpo, l’amico che viaggiava sul sedile accanto è deceduto dopo il ricovero in ospedale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E sui social restano le immagini di questa drammatica notte: due video pubblicati da Alessandro e Francesco, dove si ode il rombo dell’automobile portata ad altissimi giri già per le strade di Giugliano e quel messaggio che Francesco recapita ad Alessandro: “Va chian”. Purtroppo non è bastato per salvare le loro vite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento