Morte Francesco Florio, l’uomo alla guida dell’auto era ubriaco e drogato

Una volta bloccato dalla polstrada era ancora visibilmente alterato dall'assunzione di alcol e droga. Il conducente della Golf si è poi scagliato contro i poliziotti, è stato arrestato con le accuse di "omicidio stradale", "resistenza" e "lesioni a pubblico ufficiale"

Foto tratta da facebook

Con il passare delle ore emergono nuovi agghiaccianti particolari sulla tragica morte dell’operaio di Acuto. Era ubriaco e drogato l'automobilista cha ha travolto ed ucciso Francesco Florio, in un cantiere stradale sul Grande Raccordo Anulare. Fuggito a tutta velocità a bordo di una Volkswagen Golf il pirata della strada è stato intercettato poco dopo dalla Polizia e si è quindi scagliato contro gli agenti della Stradale. La notte dell'uomo, un 51enne, si è poi conclusa in carcere.

In particolare la tragedia cosi come riporta Mauro Cifelli su romatoday.it si è consumata intorno alle 23:30 di lunedì 1 aprile nell'area di un cantiere stradale allestito in carreggiata interna per il rifacimento della segnaletica orizzontale della corsia di sorpasso dell'A90. Segnalato ed indicato agli automobilisti, nell'area di lavoro si trovava anche il 50enne di Acuto, piccolo centro nel nord della Ciociaria. L'operaio era stato assunto da poco da una ditta di San Cesareo.

Lasciato in terra agonizzante dopo essere stato travolto dal pirata della strada, Florio è stato poi affidato alle cure dell'ambulanza del 118. Per il 50enne ciociaro non c'è stato però nulla da fare, è poi deceduto al Policlinico Tor Vergata a causa delle gravi ferite riportate nell'investimento.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti della Sottosezione Settebagni della Polizia Stradale di Roma, Florio stava lavorando in un cantiere mobile allestito al chilometro 39 della carreggiata interna del Grande Raccordo Anulare, fra le uscite Casilina e Tuscolana. Improvvisamente, intorno alle 23:30, una Volkswagen Golf condotta da un 51enne ha letteralmente centrato l'area di lavoro travolgendo tutto quello che si è presentato davanti la sua auto, compreso Francesco Florio. Poi la fuga a tutta velocità.

Sulle tracce del pirata della strada si sono subito messi gli agenti della PolStrada che lo hanno intercettato e bloccato poco dopo. Visibilmente alterato dall'assunzione di alcol e droga (come poi riscontrato in seguito al test alcolemico ed al drug test a cui è stato sottoposto in ospedale), il conducente della Golf si è poi scagliato contro i poliziotti costrigendoli alle cure dell'ospedale. Bloccato non senza difficoltà, il fuggitivo, un cittadino italiano, è stato arrestato con le accuse di "omicidio stradale", "resistenza" e "lesioni a pubblico ufficiale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Cassinate, esplode una bomba da guerra in un campo dove bruciavano sterpaglie

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

  • Coronavirus, trend dei contagi stabile in Ciociaria. Una 15enne trasferita da Frosinone al Bambino Gesù

  • Coronavirus, contagi raddoppiati in poche ore a Valmontone

  • Coronavirus, la storia di Pina, Vigile del Fuoco discontinuo che sta combattendo per la vita

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento