rotate-mobile
L'inchiesta / Villa Latina

Tentata corruzione, abuso d'ufficio e induzione indebita, terremoto giudiziario a Villa Latina

I Carabinieri della stazione di Atina, dopo un'indagine lampo, hanno notificato l'avviso di conclusione indagini emesso dal magistrato Alfredo Mattei della Procura di Cassino. Nei guai il sindaco Luigi Rossi, il consigliere comunale Giacomo Rossi ed un tecnico comunale

Un altro terremoto giudiziario quello che si è abbattuto, in meno di 24 ore, sul comune di Villa Latina. I carabinieri della stazione di Atina hanno notificato al sindaco Luigi Rossi, al consigliere comunale Giacomo Rossi ed a un tecnico comunale, un altro avviso di conclusione indagini a firma del sostituto procuratore Alfredo Mattei.

Questa volta a finire nel mirino della magistratura di piazza Labriola questa volta è stata una vicenda che non riguarda la realizzazione dei loculi cimiteriali. Le indagini prendono il via dopo la denuncia per tentata corruzione presentata da un cittadino che da qualche tempo aveva un contenzioso personale e giudiziario con un professionista che lavora anche per conto del Comune. L'uomo, secondo quando vergato nell'esposto consegnato ai militari del Luogotenente Sisti, comandante della stazione di Atina, sarebbe stato avvicinato dal consigliere di maggioranza Rossi e dal tecnico comunale affinchè ritirasse la denuncia. Le indagini hanno fatto emergere che al pari della remissione di querela il cittadino avrebbe avuto dei benefici. Per questo a loro carico il magistrato ha contestato la tentata corruzione e l'induzione indebita. 

La posizione del sindaco Luigi Rossi, che deve rispondere di abuso d'ufficio, scaturisce dal fatto che pur essendo a conoscenza degli abusi edilizi commessi dal denunciate, avrebbe fatto finta di non sapere nulla. Gli indagati hanno ora venti giorni di tempo per chiedere un interrogatorio di garanzia nel quale potranno spiegare la loro versione dei fatti. 

L'opposizione consiliare ha inviato una nota nella quale si evidenzia la paradossale situazione che vede coinvolto il Comune di Villa Latina. "Due inchieste importanti che vedono coinvolto il nostro sindaco - spiega Luciano Persichini, consigliere di opposizione -. Sarebbe opportuno che accolga la richiesta di dimissioni che ho avanzato la scorsa settimana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata corruzione, abuso d'ufficio e induzione indebita, terremoto giudiziario a Villa Latina

FrosinoneToday è in caricamento