Isola del Liri, "Ciao campione...veglia su di noi che ti abbiamo voluto bene. Ciao Andrea!"

Lo straziante addio ad un amico, un fratello, un figlio. L'abbraccio di un'intera comunità

"Ciao campione, non avrei mai immaginato di essere qui oggi a salutari per sempre. Sei stato per me un fratello, un amico, anzi, come giurammo 4 anni fa, eravamo migliori amici. Eri una persona speciale che per aiutare chi avevi di fronte facevi tutto il possibile. Oggi ti dico che sono stato fortunato a trovare un amico come te. È proprio vera quella frase che dice "Chi trova un amico trova un tesoro". Io quel giorno cercavo la bidella per un po' di gesso, visto che eravamo a scuola, e invece ho trovato te, il mio tesoro. Un tesoro che nessuno potrà più cancellare dentro di me. Grazie per tutto quello che hai fatto per me. Sai, caro Andrea, ora sono un po' invidioso che qualcuno lassù ti abbia chiamato e che ti tenga tutto per lui. Guarda sempre dal cielo la tua mamma Santina, il tuo papà Pio e la tua sorellina Elisa per la quale stravedevi e veglia su tutti noi che ti abbiamo voluto bene. Ciao Andrea!". 

Dolore straziante

Pochi minuti fa queste bellissime parole sono state lette da uno dei migliori amici di Andrea Polsinelli al termine dei suoi funerali. Non è mai facile raccontare un momento di così grande sofferenza. Non si può descrivere con parole il dolore per la scomparsa di un giovane. Vedere così tanti ragazzi stretti attorno ad un feretro, sentirli piangere, vedere nei loro occhi l'incredulità per quanto accaduto, è straziante.

Il suo sorriso eterno

Questo pomeriggio la comunità di Carnello ha dato l'ultimo saluto ad uno dei suoi figli. La chiesa era gremita, così tanto che alcune persone sono rimaste fuori sotto la pioggia incessante, battente come quella che sabato mattina continuava a cadere copiosa sul telo bianco. Tutti avevano gli occhi lucidi, i volti solcati dalle lacrime. Andrea invece, in quella foto posta sopra la bara coperta di fuori bianchi, era sorridente.

L'omelia di don Antonio

"Non è facile parlare in queste circostanze. Una comunità intera è colpita. È difficile trovare le parole per esprimere la tristezza di questi momenti. La preghiera è l'arma migliore in queste circostanze. La preghiera attutisce le nostre sofferenze".

I ringraziamenti del papà Pio

Poco prima di accompagnare suo figlio verso l'uscita della chiesa, papà Pio ha ringraziato tutte le persone che in questi giorni hanno dimostrato la loro vicinanza.

Ai tanti amici, ai familiari presenti si sono aggiunte le diverse associazioni di volontariato del territorio: la Fratres donatori di sangue, la Protezione Civile e la confraternità della Misericordia.

".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento