La Polizia sottoscrive il protocollo SOS Sordi

Questa mattina in  Questura la presentazione dell’accordo con l’Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi

Questa mattina, il Questore di Frosinone dr. Filippo Santarelli, ha  sottoscritto il Protocollo d’intesa con l’Ente  Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi, Sezione Provinciale di Frosinone, per rendere il servizio di emergenza “113” fruibile anche ai cittadini con problemi di udito o di parola, mediante l’applicazione SOS Sordi.

Presenti il Commissario Capo dr. Flavio Genovesi Dirigente l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico con il Coordinatore del C.O.T Sovrintendente  della Polizia di Stato Luciana Cardarelli ed il Presidente della Sezione Provinciale  dell’E.N.S. Enzo Martini.

L'sms

Attraverso una procedura semplice ed intuitiva - invio di un SMS - gli utenti potranno segnalare una criticità o richiedere l’intervento di personale delle Forze dell’Ordine contattando il Centro Operativo Telecomunicazioni “113” della Questura di Frosinone.

Per accedere al servizio si dovrà scaricare ed installare sul proprio smartphone o tablet l’apposita applicazione ed inoltrare l’istanza di adesione alla Sezione Provinciale ENS di Frosinone.

 I dati raccolti saranno inseriti in un database,che consentirà la  creazione di un codice identificativo,  indispensabile agli operatori di Polizia per disporre immediatamente di tutte le informazioni relative al richiedente e pertantonecessarie per garantire un intervento tempestivo ed efficace.

Il messaggio, con la richiesta di intervento,sarà inviato alla casella di posta elettronica emergenzasordi.quest.fr@poliziadistato.it:l’operatore Centro Operativo Telecomunicazioni “113”, acquisita la richiesta stessa, invierà un messaggio di  conferma.

Qualora l’utentesi trovi in una  località della provincia chilometricamente  distante dal Capoluogo, l’operatore  della Questura allerterà le Forze di Polizia più vicine alla persona in difficoltà.

Servizio attivo 24 ore su 24

Il servizio, attivo 24 ore su 24, dovrà essere utilizzato per le emergenze o per segnalare situazioni di difficoltà, mentre per le richieste di  informazioni, quali passaporti, licenze o orari apertura uffici,la Polizia di Stato offre altri “canali” collegandosi ai https://www.poliziadistato.it/ohttps://questure.poliziadistato.it/it/Frosinone.

L’avvio del servizio 113 per gli utenti, già presente in altre Questure d’Italia, è stato possibile grazie all’impegno ed alla collaborazione della Sezione Provinciale ENS di Frosinone, i cui referenti si occuperanno di raccogliere le adesioni al servizio ed inoltrare le schede alla Questura di Frosinone – Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Centro Operativo Telecomunicazioni.

“Non siete soli#chiamateci sempre”  è l’invito che la Polizia di Stato rivolge ai cittadini per segnalare situazioni di  emergenza o anche situazioni ritenute “anomale” nell’ambito di una fattiva collaborazione per garantire sicurezza partecipata alla cittadinanza e rispetto delle regole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento