Labico, al via il Corso per gli Ispettori Ambientali. Presto due nuove figure per maggiori controlli

“Quanto sia importante la raccolta differenziata oramai i cittadini labicani pian piano lo stanno capendo: per la tutela ambientale e per il risparmio in bolletta bisogna proseguire sulla strada intrapresa qualche anno fà che ha portato il nostro...

Ispettori ambientali

“Quanto sia importante la raccolta differenziata oramai i cittadini labicani pian piano lo stanno capendo: per la tutela ambientale e per il risparmio in bolletta bisogna proseguire sulla strada intrapresa qualche anno fà che ha portato il nostro Comune a raggiungere il 60% del totale (uno dei primi comuni della provincia romana a farlo)”. Questa la dichiarazione del Sindaco Alfredo Galli del giugno scorso. Subito dopo, gli operatori della Polizia Locale, in ottemperanza all’Ordinanza Sindacale si sono attivati con severi controlli su tutto il territorio procedendo con la compilazione di numerosi verbali, soprattutto nei confronti di chi non conferisce col metodo “porta a porta”, prediligendo l’abbandono o deposito fuori territorio. In questi giorni ci sarà l’avvio di un importante progetto; la nomina di due Ispettori Ambientali che oltre a continuare un dialogo costruttivo e di collaborazione ai fini dell’informazione attivato già dalla Polizia Municipale, punteranno ad arginare questi abbandoni incontrollati di rifiuti che non possono compromettere la qualità del servizio. Così facendo si eviterà che il mancato senso civico di alcuni danneggi la maggioranza della gente che quotidianamente effettua in maniera corretta e oculata la raccolta differenziata, avvalendosi delle strutture previste per la stessa. “Avere il senso del decoro e della pulizia della città e del territorio circostante anche attraverso una corretta raccolta differenziata - ci riferisce Giuseppina Pellegrini Capo del Dip. VI° della Polizia Locale di Labico - è un dovere civico a cui ognuno di noi non può sottrarsi. Avrà inizio dunque nei prossimi giorni un Corso per Ispettori Ambientali, decretati, che provvederà alla formazione tramite lezioni teorico-pratiche tenute da me. Gli Ispettori Ambientali, muniti di macchina fotografica e bollettario verbali, avranno la qualifica di Pubblico Ufficiale, e principalmente si occuperanno di far rispettare l’Ordinanza Sindacale per la gestione dei rifiuti e le norme nazionali in materia ambientale, soprattutto relativamente all’abbandono degli stessi. Potranno chiedere le generalità delle persone colte in flagrante mentre compiono atti illeciti e trasmettere i verbali alla Polizia Locale che emetterà le relative sanzioni. I comportamenti che vogliamo contrastare sono i più disparati: dalla mancata osservazione delle norme che regolano la raccolta porta a porta (come conferimenti fuori dagli orari e dai giorni stabiliti o non differenziati) all’abbandono di rifiuti ingombranti o di rifiuti speciali. Lo scopo principale dell’iniziativa non è quello di svolgere azioni puramente repressive ma soprattutto di promuovere la prevenzione e l’informazione, riguardo quelli che sono i corretti comportamenti, spesso non perfettamente conosciuti. E’ una battaglia culturale prima che normativa, ma certamente l’opera sanzionatoria degli Ispettori può portare solo giovamenti alla comunità. Ringrazio il Sindaco A. Galli per questo apporto alla Vigilanza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento