rotate-mobile
Cronaca

Labico, assolto l'autista con l'hobby per il canto e la musica di Califano. Il GIP annulla le accuse

Era l'aprile del 2014 quando suo malgrado l'autista di Labico Ezio Capri diventò "famoso" in tutta Italia quando scelse di difendersi con tanto di nome e cognome ben in evidenza in diversi TG nazionali e trasmissioni di punta

Era l'aprile del 2014 quando suo malgrado l'autista di Labico Ezio Capri diventò "famoso" in tutta Italia quando scelse di difendersi con tanto di nome e cognome ben in evidenza in diversi TG nazionali e trasmissioni di punta


della RAI come l'approfondimento della domenica pomeriggio presentato da Giletti. L'autista dell'ATAC era stato indagado dalla finanza per truffa in quanto, a detta dell'accusa, invece di andare a lavorare mandava i certificati medici ed andava a cantare nei locali della provincia romana imitando il noto Franco Califano. A distanza di oltre un anno e mezzo, si sa quali sono i tempi della giustizia italiana, il gip del tribunale di Roma, cosi come riportato nelle ore scorse dal Messaggero, Stefano Aprile ha assolto del tutto il ragazzo labicano difeso dagli avvocati Porcaro e Bellumor in quanto ha verificato la veridicità dei certificati medici e quindi ha deciso di non aprire il procedimento a suo carico. Tanto clamore per nulla. Capri ha dimostrato, quindi, che non raggirò in nessun modo l'ATAC.

DF

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Labico, assolto l'autista con l'hobby per il canto e la musica di Califano. Il GIP annulla le accuse

FrosinoneToday è in caricamento