Cronaca

Labico, attivato il punto di ascolto e di servizio di Mediazione Familiare

Venerdì scorso presso Palazzo Giuliani (Sala Consiliare) il Comune di Labico e Koinè – Associazione Mediatori Familiari Lazio hanno firmato il protocollo di intesa per la nascita di un punto informativo, di ascolto e di servizio di Mediazione...

Venerdì scorso presso Palazzo Giuliani (Sala Consiliare) il Comune di Labico e Koinè - Associazione Mediatori Familiari Lazio hanno firmato il protocollo di intesa per la nascita di un punto informativo, di ascolto e di servizio di Mediazione Familiare, labico mediazione familiare 2alla presenza del primo cittadino Alfredo Galli e dell'assessore al ramo Nadia Ricci, del parroco Don Antonio Fiasco e delle forze dell'ordine rappresentate dal comandante Mar. Guido Natella.

Il Sindaco Galli ha sottolineato come oramai. "Palazzo Giuliani sia diventato il luogo d'incontro dei cittadini labicani dove poter confrontarsi e cercare di risolvere le varie problematiche che quotidianamente si presentano. In questa sede è già presente uno sportello al consumatore gestito dall'AECI Roma sud e lo sportello di aiuto alle donne gestito dall'ass. Socialmente Donna".

Koiné - Associazione Mediatori Familiari Lazio, nasce dall'iniziativa di un gruppo di Mediatori Familiari che condividono lo scopo di promuovere la pratica e la diffusione della mediazione.

Professor Marcello Severoni, Presidente dell'Associazione Koiné, Sociologo e Criminologo all'Università La Sapienza di Roma. Dott.ssa Romina Pacitto, Vicepresidente dell'associazione Koiné, Educatrice Professionale, Mediatore Familiare AIMeF. Avv. Grazia Tasiello, Mediatore familiare, Civile e Commerciale. Avv. Lucia Distante, Mediatore Familiare AIMeF, Civile e commerciale. Dott.ssa Laura Rossi, Sociologa, Mediatore Familiare AIMeF, Civile e commerciale

La scelta del nome Koiné si identifica con "passaggio", passare cioè attra-verso il cambiamento. Koinè si propone di favorire la mediazione come sostegno alle coppie e alle famiglie residenti sul territorio laziale, promuovendone il benessere e la cura delle relazioni familiari, quindi la tutela dei minori, spesso coinvolti in maniera strumentale nelle conflittualità dei genitori, salvaguardando il loro rapporto affettivo con entrambi, nel rispetto e nella tutela dei Diritti Umani e dei Diritti dell'Infanzia.

Con le sue attività l'Associazione Koinè offre interventi mirati e "personalizzati" evitando programmi pre-definiti che spesso mal si adattano alle richieste delle coppie e dei loro figli, a tal proposito parte fondante di ogni progetto e proposta è la conoscenza del territorio e delle sue peculiarità.

Questo importante spazio di ascolto messo a disposizione nel comune di Labico è stato comunicato alla giornata di studio "Famiglia-Scuola -Minori, un rapporto complesso" dall'Assessore alla pubblica Istruzione, Cultura e Spettacolo, Nadia Teresa Ricci lo scorso 14 dicembre nella Sala Degli Affreschi di Palazzo Giuliani a Labico. Il Sindaco, Alfredo Galli si è reso subito disponibile per attivare questo importante spazio per la cittadinanza.

Il punto di ascolto sarà aperto al pubblico a partire da lunedì 3 Marzo nei seguenti giorni:

Lunedì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 - Mercoledì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00 - Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30

Inoltre è possibile contattare il punto informativo al numero 3246299410 o all'indirizzo e-mail

koine.lazio@gmail.com per prendere appuntamento o ricevere informazioni sugli orari di apertura.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Labico, attivato il punto di ascolto e di servizio di Mediazione Familiare

FrosinoneToday è in caricamento