Labico, gli autovelox sulla Casilina ancora sono inattivi. Facciamo chiarezza sul loro funzionamento

In questi giorni sono apparsi sulla Casilina nel tratto nel territorio del comune di Labico due autovelox e dei dissuasori o meglio segnalatori all’altezza delle strisce pedonali di fronte all’ufficio postale.

Autovelox Labico

In questi giorni sono apparsi sulla Casilina nel tratto nel territorio del comune di Labico due autovelox e dei dissuasori o meglio segnalatori all’altezza delle strisce pedonali di fronte all’ufficio postale.

dissuassori e telecamereTra gli abitanti della zona questa novità per il momento non è stata presa nel migliore dei modi perché ci sono ancora molte cose da capire sul loro funzionamento ed in rete, come spesso accade negli ultimi tempi, sono nati gruppi dove si sta discutendo, in maniera anche molto accesa, sulla necessità e sull’utilizzo degli stessi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per fare chiarezza abbiamo incontrato in comandante della Polizia Locale Antonio Panzino che ci ha spiegato come stanno le cose. Innanzitutto, gli autovelox non sono ancora in funzione e la loro accensione sarà comunicata con tanto di manifesti in tutta la città. Manca ancora il collaudo e quindi ci vorrà ancora del tempo. Il limite di velocità nel tratto dove sono stati installati (subito dopo il “paninaro” in direzione Roma e poco prima della fabbrica dei cornetti in direzione Frosinone) è di 70 Km all’ora e vi sogno i cartelli imposti per legge che li segnalano alcuni metri prima. Inoltre, sono autovelox che rilevano la velocità istantanea e non sono i tutor (per la velocità media) come quelli che erano stati installati dal comune di Segni su via Carpinetana e via Casilina e che furono stati dichiarati illegali e quindi fatti togliere. Per quanto riguarda, invece, i segnalatori ovvero i pali arancioni che hanno nella parte alta delle luci ed il cartello che indica la presenza delle strisce, molte le polemiche sulla loro installazione in quanto sono stati posizionati su marciapiedi abbastanza stretti e la loro presenza impedirebbe il passaggio delle carrozzine, dei passeggini ma anche dei disagi sulla sedia a rotelle. Speriamo che vengano sistemati al meglio quanto prima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Ceccano, i nomi dei 16 eletti in Consiglio comunale e tutti i numeri delle Elezioni 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento