Cronaca

Labico, il ricordo commosso di Massimo da parte delle ragazze del volley. “Grazie presidente con i tuoi sorrisi sei riuscito a fermare il tempo”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DALLE RAGAZZE DELL’ELDIS VOLLEY LABICO: Ogni giorno viviamo con la consapevolezza di esserci, quasi come se la vita ci fosse dovuta in base a chissà quale strana legge; ma in fondo cosa significa esistere ? forse solo...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DALLE RAGAZZE DELL'ELDIS VOLLEY LABICO: Ogni giorno viviamo con la consapevolezza di esserci, quasi come se la vita ci fosse dovuta in base a chissà quale strana legge; ma in fondo cosa significa esistere ? forse solo respirare, vedere, parlare, camminare o qualcosa che vada al di la delle semplici funzioni biologiche di un organismo vivente? Tic - tac, tic - tac, il tempo scorre e la nostra più grande preoccupazione qual è ? inseguire quella lancetta, fino a raggiungerla per poi scoprire che nonostante tutto non ci è permesso " fermare il tempo ". Ma forse qualcuno, ci ha insegnato che il tic - tac dell'orologio è pari al battito del cuore e allora, quel tempo perduto e mai ritrovato, in fondo diventa nostro e possiamo fermarlo, quando vogliamo, ogni volta che ne sentiamo il bisogno.

Ma attenzione, non tutti hanno il potere di fermare il tempo; solo coloro che prima di inseguirlo lo hanno donato agli altri proprio come Massimo (Massimo Ciocci è lo sfortunato 57enne che ha perso la vita venerdì dopo un incidente su via casilina. E'stato presidente della società pallavolistica labicana per ben 23 anni ndr). Simpatico e brontolone allo stesso tempo e tutti quegli aggettivi che evito di elencare per non ripetere ciò che sanno già tutti. Vorrei invece sottolineare, la qualità secondo me, migliore in assoluto, che una persona possa avere e che Massimo senza dubbio aveva e ci ha trasmesso, la presenza; non c'è evento o manifestazione in cui non fosse presente, non c'è gioia o dolore in cui non fosse presente, non c'è una volta che il cielo facendo l'appello lo abbia segnato assente e non saremo di certo noi i primi a farlo. Quando qualcuno non ti dà la possibilità di dimenticare, ma solo quella di sorridere, vuol dire che non solo è stato in grado di fermare il tempo, ma di vincerlo, perché nonostante le lancette continuino ad andare avanti, lui non smette di vivere.

Massimo ci ha insegnato che è inutile dire di avere una vita intera davanti, solo per giustificare quella decisione che non vogliamo prendere, solo per rimandare quell'impegno o quella difficoltà che non vogliamo affrontare; bisogna sempre essere coraggiosi e soprattutto presenti, perché presente, significa vivo.

Dare qualcosa, sempre, anche la più insignificante, perché è solo cosi che si continua a vivere veramente nelle persone che ci circondano.

Tu lo hai fatto, senza dubbio, perché non c'è, nè ci sarà labicano che possa dimenticarsi di te. Grazie Presidente (Foto di archivio tratta dalla II festa dello sport della scorsa primavera. Massimo, il primo a sinistra, con il gruppo delle giovani pallavoliste)
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Labico, il ricordo commosso di Massimo da parte delle ragazze del volley. “Grazie presidente con i tuoi sorrisi sei riuscito a fermare il tempo”

FrosinoneToday è in caricamento