rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Labico, scappò ad un posto di blocco. Arrestato insieme al suo complice

I Carabinieri della Stazione di Labico agli ordini del Maresciallo Guido Natella hanno dato esecuzione a una misura cautelare in carcere nei confronti di un cittadino straniero che nei mesi di Luglio 2014 si era reso responsabile del reato di...

I Carabinieri della Stazione di Labico agli ordini del Maresciallo Guido Natella hanno dato esecuzione a una misura cautelare in carcere nei confronti di un cittadino straniero che nei mesi di Luglio 2014 si era reso responsabile del reato di ricettazione.

In particolare ieri, è stata notificata l?ordinanza di custodia in carcere ad un cittadino albanese, 24enne, già noto alle forze dell?ordine, che i Carabinieri hanno trovato recluso presso la casa circondariale di Roma Rebibbia per analoghe vicende avvenute a Roma. L?indagine ha avuto inizio lo scorso luglio quando i militari della Stazione di Labico erano riusciti a bloccare un giovane, che mentre era alla guida di una Mercedes classe A rubata a maggio 2014 a Pomezia, con un passeggero a bordo dopo non essersi fermato all?alt dei militari, abbandonava l?autovettura al margine della carreggiata e si dava alla fuga a piedi per le campagne limitrofe. Grazie all?immediato intervento del personale operante uno dei due occupanti dell?autovettura è stato rintracciato e fermato, si trattava di un cittadino albanese, 23enne. Gli accertamenti svolti e il riconoscimento hanno permesso di identificare anche l?altra persona, che all?epoca dei fatti era riuscita a dileguarsi per le campagne, infine l?Autorità Giudiziaria concordando con le risultanze investigative ha emesso la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti dello straniero. Continuano i servizi di controllo del territorio svolti dalla Compagnia di Colleferro al fine di prevenire i reati predatori, soprattutto quello dei furti in abitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Labico, scappò ad un posto di blocco. Arrestato insieme al suo complice

FrosinoneToday è in caricamento