Lanuvio, Domenica la rievocazione storica dal tema “Giuone sospita e le sacre vergini”

 L’evento “Sacra Latii, sulle vie dei santuari dei Latini”, compreso nel progetto regionale ‘Biblioteche in Coworking’, si inserisce nel circuito ‘Viaggio nel Tempo’, che propone eventi di spessore gratuiti e aperti a tutti per illuminare scorci...

Locandina 23 luglio agg

L’evento “Sacra Latii, sulle vie dei santuari dei Latini”, compreso nel progetto regionale ‘Biblioteche in Coworking’, si inserisce nel circuito ‘Viaggio nel Tempo’, che propone eventi di spessore gratuiti e aperti a tutti per illuminare scorci del territorio castellano nelle diverse epoche storiche, tra cui il passato romano e preromano.

I Sacra sono occasioni culturali che ci permettono di identificare, indagare, conoscere e rivivere la storia dei luoghi in cui si vive. Attraverso la scoperta del mondo passato anche il semplice cittadino o lo studente può comprendere il senso di ciò che lo circonda e riprogettare il presente e il futuro sotto una nuova luce.

Le manifestazioni, finanziate dalla Regione Lazio, sono promosse dal Consorzio Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani in collaborazione con le amministrazioni comunali e le associazioni culturali.

Gli eventi si svolgono presso le antiche aree sacre e vie del Lazio che, nei fine settimana, divengono il teatro di riti in costume romano con rievocazione di cerimonie e preghiere. Le azioni rituali, accompagnate da una voce narrante, sono associate a danze con musica antica e a visite guidate alle aree archeologiche e musei del territorio, a cura di archeologi.

Domenica 23 luglio 2017 sarà la volta di Lanuvio, uno dei più importanti centri del Latium Vetus con il noto santuario dedicato a Giunone Sospita, e l’evento avrà inizio alle ore 17.00 da Piazza Carlo Fontana dove si svolgerà la prima parte della visita guidata alla mostra in corso (‘Sacra Nemora. La cultura del Sacro nei contesti santuariali in Area Albana. Rinvenimenti archeologici e recuperi della Guardia di Finanza’) dedicata alla cultura del sacro, alle testimonianze dei riti e all’architettura sacrale nel contesto dei santuari albani. Subito dopo si svolgerà la seconda parte della visita guidata al pian terreno della Villa Sforza Cesarini e all’area archeologica di Giunone Sospita. Dopo i saluti delle autorità, alle ore 19.30 avrà inizio la rievocazione storicaGiunone Sospita e le sacre vergini”in costume latino nell’area antistante il portico monumentale del santuario lanuvino. Archeoclub Aricino Nemorense e Civita Folk - Gruppo Storico Lanuvium, in collaborazione con il Museo Civico Lanuvino, ricostruiranno il rito delle fanciulle vergini, legato a Giunone Sospita e ai riti di passaggio all’età adulta, attraverso le testimonianze degli autori antichi e le recenti scoperte archeologiche avvenute nell’enigmatico sito di Pantanacci, a pochi metri dalla Via Appia Antica, immerso nel bosco e dove sgorga copiosa acqua sorgiva.

Per informazioni: archeoclubaricia@alice.it; cell. 3883636502

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento