Marino, esplosione in una villetta a Frattocchie: due feriti gravi

Esplosione, nella notte, in un appartamento di una villa a Frattocchie, alla periferia di Marino. Attorno alla mezzanotte, a causa di una perdita di gas, un boato, sentito anche a chilometri di distanza, ha squarciato la quiete della zona. La...

1880278_Frattocchie_esplosione_2

Esplosione, nella notte, in un appartamento di una villa a Frattocchie, alla periferia di Marino. Attorno alla mezzanotte, a causa di una perdita di gas, un boato, sentito anche a chilometri di distanza, ha squarciato la quiete della zona.

La famiglia giunta solo ieri ad abitare in via Kennedy 68, composta da padre, madre, figlia e zio, è stata trasportata in ambulanza al Centro Ustionati del Sant'Eugenio mentre un pensionato di 72 anni, Sergio Zanier, proprietario della villa e vicino di casa, è morto di infarto per lo spavento dovuto alla deflagrazione. In giornata erano stati svolti dei lavori nell'appartamento, costruito su due livelli, compreso l'allaccio di una cucina nella sala hobby.

Sono stati i vicini a sentire l’esplosione e a chiamare subito i soccorsi. Sul posto sono accorsi numerosi equipaggi dei vigili del fuoco che subito si sono messi a scavare sotto le macerie, mentre altri sono entrati nell’edificio pericolante. Una perdita da un tubo avrebbe così saturato di gas il seminterrato fino all'esplosione, che ha creato danni anche alle numerose villette a schiera vicine. Subito dopo il boato, che ha fatto pensare agli abitanti della zona anche ad un attentato o ad un incidente ferroviario per la vicinanza con le rotaie, si sono udite le urla delle vittime: a scendere in strada è stata per prima la ragazza, attorno ai 25 anni, con i capelli parzialmente bruciati, che ha indicato ai vigili del fuoco, nel frattempo accorsi sul luogo, dove entrare per mettere in sicurezza la madre, rimasta intrappolata nella casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'operazione di salvataggio è stata portata a termine senza intoppi, anche se ad avere la peggio pare sia stato il padre, ricoverato con ustioni su varie parti del corpo. Tanto lo spavento tra le persone della zona, che si sono riversate in strada numerose senza però intralciare il lavoro di pompieri e forze dell'ordine. Una lamiera è finanche volata nel giardino di una villetta vicina, fortunatamente senza conseguenze per alcuno. L'incendio all'interno dell'appartamento, che ha subito gravi danni strutturali e che ha visto scale interne e muri ridursi in macerie, è stato definitivamente domato dopo circa due ore dall’accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento