Marino, inchiesta Lidl: i tre indagati si avvalgono della facoltà di non rispondere

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere i tre indagati nell'ambito dell'inchiesta "Mercurio" relativa all'apertura di un supermercato Lidl nella zona di Cave di Peperino I tre uomini erano stati arrestati mercoledì all'alba dai...

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere i tre indagati nell'ambito dell'inchiesta "Mercurio" relativa all'apertura di un supermercato Lidl nella zona di Cave di Peperino

I tre uomini erano stati arrestati mercoledì all'alba dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Castelgandolfo. (leggi /2016/04/marino-tangenti-per-aprire-il-supermercato-lidl-in-carcere-due-ex-assessori-di-silvagni/.

I due ex assessori Marco Ottaviani e Mauro Catenacci, insieme al commercialista Marco Baldi sono dunque comparsi stamane di fronte al Giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Velletri, Gisberto Muscolo, accompagnati dai propri legali. Il Gip ha comunque confermato la misura restrittiva degli arresti domiciliari già disposta nei giorni scorsi.

I tre, che al momento sono gli unici indagati della vicenda, potrebbero far richiesta di essere ascoltati dal Gip nei prossimi giorni presumibilmente dopo aver acquisito gli atti del fascicolo relativo all'indagine in atto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento