Marito geloso picchia la moglie e poi scappa con il figlioletto di cinque anni

Ore di angoscia per la donna che attende con ansia di avere notizie di suo figlio. Sull'uomo oltre al reato di maltrattamenti in famiglia pende quello di sottrazione di minore

Marito geloso malmena la moglie e poi scappa con il figlio di cinque anni facendo perdere le proprie tracce. Il fatto è accaduto pochi giorni fa  in un' abitazione ubicata alla periferia del capoluogo ciociaro. Adesso una casalinga di 35 anni residente a Frosinone vive attaccata al telefono con la speranza che il marito, un operaio di 39 anni, si faccia vivo, ma soprattutto che le faccia sentire la voce del suo bambino che le avrebbe strappato dalle braccia.

La ricostruzione dell'accaduto

Il motivo della discussione è stata la gelosia ossessiva del marito convinto che la donna lo tradisse. L'ultimo litigio era stato scatenato dal fatto che l'uomo aveva trovato la moglie intenta a parlare al cellulare con qualcuno. Finito il "terzo grado" aveva iniziato a picchiarla con calci e pugni. Non ancora contento, sempre secondo quanto dichiarato dalla donna al suo legale Antonio Ceccani, le aveva strappato il telefonino dalle mani e poi si era allontanato in tutta fretta di casa con il loro bambino. A causa delle percosse la trentacinquenne è dovuta ricorrere  alle cure del pronto soccorso. Inutile dire che in questi casi la denuncia per maltrattamenti scatta d’ufficio. Inizialmente la donna aveva pensato che passato lo scatto d’ira, il marito sarebbe ritornato a casa riportandole il bambino. Invece così non è stato. 

La posizione dell’operaio geloso si è aggravata ulteriormente in quanto oltre al reato di maltrattamenti in famiglia  pende quello di sottrazione di minore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento