Mazzette all'ufficio delle Entrate, al via i primi interrogatori. Trema una quarta persona che prometteva posti di lavoro

Il responsabile del "Front Office" e due dipendenti sono stati ascoltati dal magistrato inquirente dr Alfonso Coletta. Da indiscrezioni raccolte uno di questi si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere

Mazzette all'Ufficio delle Entrate di Frosinone, al via i primi interrogatori. Questa mattina accompagnati dai loro difensori Nicola Ottaviani, Sonia Sirizzotti, Marco Maietta e Stefano Alberti sono sono comparsi in aula il responsabile del Front Office e due dipendenti del catasto di Frosinone. Tutti e tre sono accusati di concussione in concorso, truffa aggravata in concorso ed abuso di ufficio. Al momento, va detto, gli indagati che si trovano agli arresti domiciliari sono stati raggiunti anche dall'interdizione dai pubblici uffici. 

Le immagini che li incastrano

Interrogatorio secretatato

Bocche cucite da parte degli inquirenti su quello che sarebbe emerso nel corso degli interrogatori. Di certo si sa che mentre due di questi hanno collaborato rispondendo a tutte le domande del magistrato, uno di loro si è avvalso della facoltà di non rispondere. Forse si tratta di una strategia del difensore per prendere più tempo e studiare attentamente gli atti. Sempre da indiscrezioni trapelate sembra che il sostituto procuratore abbia espresso la volontà di riserntire ancora gli indagati. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A caccia dei complici

Intanto, le indagini dei carabinieri per scovare altri complici che avrebbero preso parte a questo giro di mazzette nel palazzo dell'Agenzia delle Entrate proseguono a ritmo serrato. Non è escluso che da qui a poco tempo gli investigatori potrebbero arrivare a scoprire verità sconvolgenti. Quello che è emerso fino a questo momento, secondo quanto dichiarato dai carabinieri  che stanno portando avanti l'inchiesta sarebbe soltanto la punta di un iceberg. Trema un altro indagato che deve rispondere di truffa e che avrebbe incassato del denaro millantando posti di lavoro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Manette troppo strette: due agenti di Polizia penitenziaria a processo per lesioni contro un recluso

  • Ciclista ciociaro muore lungo la strada per Forca d'Acero

  • Coronavirus, bollettino 27 giugno: il Covid si riaffaccia in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

  • Grave incidente in via Casilina: ferito elitrasportato d'urgenza a Roma

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento