Calano gli incidenti ed i morti sulle strade della provincia di Frosinone

Soddisfatti i vertici ACI: “Bene l’inversione di tendenza, ma bisogna fare di più su più fronti”

L’indagine statistica di ACI e Istat fotografa un 2016 con risultati sostanzialmente incoraggianti per la regione Lazio e per la provincia di Frosinone. E’ vero che rimangono ancora circa 20 mila gli incidenti, quasi 350 morti e più di 27 mila i feriti ma la tendenza è tornata in diminuzione dopo qualche anno di aumento sia degli incidenti sia dei morti e feriti. Nel panorama regionale calano moderatamente gli incidenti (- 1,4%) e i feriti (-1,2%), ma si registra anche un sostanziale decremento dei morti su strada, con oltre il 6 per cento in meno.

Frosinone tra le province virtuose

Tra le province più virtuose c’è anche Frosinone che dal 2015 al 2016 registra un calo del 13 per cento degli incidenti, del 13,5% dei morti e di circa 11 punti percentuali per i feriti. Miglioramento sostanzioso anche per la provincia di Latina che registra un notevole decremento delle vittime di incidenti stradali (-23,8%), un calo del 7 e del 6 per cento rispettivamente di incidenti e feriti. Buon andamento anche per Viterbo, con un calo del 12 per cento degli incidenti, un 18 per cento in meno di morti e un 7 per cento in meno di feriti. 
Differente la situazione di Rieti, in cui l’aumento di vittime per incidenti stradali supera il 50%, con un lieve aumento sia degli incidenti (+ 4%), sia dei feriti (+ 11,6%). 
Stabile l’andamento nella Capitale, con un sostanziale pareggio dal 2015 al 2016 nel numero di incidenti e di feriti ed un lieve calo dei morti (- 1,6%). 

Rilancio linee guida Aci Frosinone

L’Automobile Club Frosinone ribadisce e rilancia le linee guida dell’intera Federazione ACI:
•    sostenere il già importante impegno delle case automobilistiche nell’introduzione dei sistemi di guida assistita in particolare per guidatori inesperti e per anziani che, nelle ultime percentuali, sono i più soggetti ad incidenti per distrazione;
•    percorsi di formazione continua dei conducenti sulle più corrette tecniche di guida, volti ad acquisire praticità e a sfruttare al meglio i sistemi di sicurezza attiva e passiva di ultima generazione (come già fanno le autoscuole Ready2Go a marchio ACI);
•    un continuo programma di ammodernamento delle infrastrutture stradali in linea con l’evoluzione delle tecnologiee non solo l’ attività di manutenzione ordinaria, tra l’altro già carente;
•    il più efficace contrasto dei cattivi comportamenti alla guida come l'uso dello smartphone, già rafforzato recentemente dalle norme e l’abuso di sostanze quando si guida; 
•    l’ottimizzazione dell'uso degli autovelox, utilissimi come strumento preventivo e non tanto repressivo o per far fare cassa ai Comuni.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Cassino, marito e moglie investiti in via Garigliano: lei trasferita a Roma

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento