menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Albero Pino

Albero Pino

Mentana, terminato il censimento degli alberi monumentali nel territorio

In attuazione della legge 14 gennaio 2013 n.10 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani” Oggi 21 novembre nella Giornata Nazionale dell’Albero l’Assessorato all’Ambiente del Comune di

In attuazione della legge 14 gennaio 2013 n.10 "Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani" Oggi 21 novembre nella Giornata Nazionale dell'Albero l'Assessorato all'Ambiente del Comune di

Mentana comunica i primi risultati del censimento degli alberi monumentali presenti sul proprio territorio : "alberi ad alto fusto isolati o facenti parte di formazioni boschive naturali o artificiali di particolare pregio naturalistico, paesaggistico, storico-culturale-religioso o con preciso riferimento ad eventi o memorie rilevanti dal punto di vista storico".

L'iniziativa nasce nell'ambito della legge 14 gennaio 2013 n.10, "Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani" e del successivo Decreto attuativo del 23 ottobre 2014 (GU n.268 del 18-11-2014) che stabilisce i criteri, i tempi e i ruoli per l'attuazione del censimento degli alberi monumentali.

Il dott. Armando Mangone incaricato della identificazione dei patriarchi e della compilazione delle schede tecniche ha già iniziato a condurre una ricerca riguardo agli alberi monumentali del territorio. Molti sono stati i contatti avviati e i sopralluoghi avvenuti su segnalazione di associazioni e privati cittadini.

Dai primi sopralluoghi è stata identificata una grande farnia (Quercus robor) presente nella Riserva Naturale di Nomentum mentre nei prossimi mesi il Comune porterà a termine altre candidature di alberi che insistono su terreno privato e pubblico.

A questo proposito l'Assessore all'Ambiente Arianna Plebani sostiene : "in gioco non c'è soltanto un albero, o un nucleo di alberi, ma l'idea stessa di territorio, che non può restare legata alla cementificazione e ad un dissennato e antieconomico consumo di suolo, bensì deve iniziare a cambiare nel senso di una vera sostenibilità" infatti la legge 14 gennaio 2013 n.10, prevede che i Comuni realizzino un bilancio del patrimonio verde urbano, con l'obiettivo di abbattere le emissioni inquinanti e costruire le basi della qualità della vita dei cittadini.

Oltre 800 Comuni italiani su 8000 hanno come simbolo del proprio gonfalone un albero. Del resto, lo sviluppo delle società umane di ogni tempo e luogo ha sempre visto gli alberi come protagonisti, pensiamo soltanto all'importanza economica dell'olivo in Puglia, del melo in Trentino, del clementino Calabria, dell'arancio in Sicilia, del pesco in Emilia Romagna e solo per citare alcune produzioni tradizionali. Nell'emblema della Repubblica italiana sono presenti un ramo di ulivo e uno di quercia, e questo non è un caso. La forza simbolica e l'importanza economica degli alberi sono diventati un pezzo dell'identità e della cultura degli italiani e dei laziali.

Per avere informazioni e partecipare al censimento degli alberi monumentali si consultare il sito https://censimento-alberi-monumentali.webnode.it/

Per ulteriori informazioni: +39 3400620316 / armandomangone@hotmail.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento