Monte San Giovanni Campano, intascava i soldi delle polizze assicurative, agente finisce sotto processo

L'uomo, di 47 anni era stato assunto da una nota multinazionale per stipulare contratti tramite il porta a porta. A far scattare la denuncia una polizza contro gli infortuni domestici risultata scoperta

Il diavolo si sa, fa le pentole ma mai i coperchi. Così a lungo andare un procacciatore di affari che era stato assunto da una nota multinazionale e che si sarebbe intascato i soldi delle polizze assicurative, è finito sotto processo per appropriazione indebita. L'uomo, 47 anni, residente a Monte san Giovanni Campano, era stato assunto per  stipulare le polizze assicurative tramite il porta a porta.

I contratti porta a porta

Ma le dichiarazioni di una donna che si era recata negli uffici dell'agenzia per denunciare un infortunio domestico, avevano fatto scoprire una sconcertante verità. La sua polizza assicurativa risultava scoperta perchè non aveva pagato alcune rate. La donna però che aveva conservato le ricevute non riusciva a capacitarsi di quanto le era stato detto. La dirigenza della multinazionale aveva avviato una indagine interna per cercare di capire cosa realmente poteva essere successo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le polizze scoperte

E proprio a seguito di queste indagini era emerso che tutte le polizze che aveva stipulato il 47enne risultavano scoperte perchè non in regola con le rate. A quel punto era scattata la denuncia. Dalle indagini portate avanti dagli investigatori era emerso che l'uomo in  un anno si era appropriato di circa diecimila euro. Nei giorni scorsi si sono concluse le indagini. Il procacciatore di affari è stato rinviato a giudizio con l’accusa di appropriazione indebita. La prima udienza è stata fissata per il prossimo mese di marzo. L’imputato sarà rappresentato dall’avvocato Giuseppe Lo Vecchio del foro di Frosinone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento