menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monterotondo, due giovani del posto annaffiano le piante di droga ma vengono arrestati.

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato due giovani trentenni del posto, già noti alle Forze di polizia, per detenzione e coltivazione di sostanza stupefacente.

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato due giovani trentenni del posto, già noti alle Forze di polizia, per detenzione e coltivazione di sostanza stupefacente.

Nell'ambito di mirati servizi di contrasto alla spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, i militari hanno individuato in un terreno, raggiungibile da un viottolo a confine con via delle fornaci, una piantagione di canapa indiana stimata in qualche decina di piante, in pieno stato di infiorescenza, alte in media oltre i 2 metri, per complessivi 14 kg di marijuana. I due giovani, dopo un prolungato servizio di osservazione, sono stati sorpresi dai militari mentre innaffiavano le piante utilizzando delle taniche che avevano riempito poco prima con l'acqua di una vicina fontana pubblica. Le piante, estirpate, sono state sequestrate per gli opportuni esami chimici, mentre gli arrestati sono stati tradotti, uno in regime dei domiciliari presso la propria abitazione, l'altro alla casa circondariale di Roma Rebibbia, entrambi a disposizione dell'A.G. di Tivoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento