Monterotondo, salvate alcune importanti funzioni del SS Gonfalone

Riorganizzazione in “presidio di area disagiata”. E’ la formula, indicata nel Piano operativo sanitario 2013/15 diventato legge regionale, che di fatto salva il SS Gonfalone dal declassamento, in pratica una chiusura, a cui era stato condannato...

Ospedale-Gonfalone-di-Monterotondo

Riorganizzazione in “presidio di area disagiata”. E’ la formula, indicata nel Piano operativo sanitario 2013/15 diventato legge regionale, che di fatto salva il SS Gonfalone dal declassamento, in pratica una chiusura, a cui era stato condannato dal decreto 80 dell’era Polverini.

La riorganizzazione prevista salva infatti l’attività di ricovero, garantita con posti letto di medicina generale, di chirurgia e di Day Surgery, così come quella di risposta all’emergenza assicurata dai posti di OBI (l’osservazione breve intensiva), dal contestuale laboratorio d’analisi e dal servizio di teleconsulenza per la radiologia.

Ad attestare per il SS Gonfalone la qualifica di presidio di area disagiata sono la distanza e i tempi di percorrenza da e per l’ospedale di Tivoli, dipartimento d´emergenza e accettazione di riferimento del distretto sanitario, a cui spetta comunque la titolarità della risposta d’emergenza h24. Per questo nel Piano operativo sanitario si prevede anche che presso il nosocomio eretino siano presenti un mezzo di soccorso medicalizzato h24 e una elisuperficie.

«Prendiamo atto – afferma il sindaco Mauro Alessandri che la Cabina di regia sanitaria ha valutato e sostanzialmente accolto le osservazioni da noi sostenute nel corso dell’audizione tenutasi a maggio. La soluzione prospettata garantisce ai cittadini assistenza medico-ospedaliera d’emergenza e di degenza, nonché condizioni di lavoro e di responsabilità professionali ragionevoli e adeguate al personale medico e infermieristico».

Resta all’orizzonte la data del 31 dicembre 2015, entro la quale si completerà il monitoraggio delle attività previsto dallo stesso Piano sanitario e che consentirà la verifica e l’eventuale riconsiderazione delle funzioni dell’ospedale, “in previsione - come recita il documento - di un rafforzamento dell’offerta di emergenza territoriale”, compresa, da quanto è possibile dedurre dal documento, quella del Punto nascite e del reparto di ginecologia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Per questo – continua il sindaco – occorre che la chance offerta dal Piano operativo sia colta appieno. Spetta perciò ai vertici amministrativi e sanitari della Asl Rm/G sostanziare la riorganizzazione con scelte opportune, puntuali e coerenti, sul fronte dei servizi e dell’impiego di personale, che invertano il trend degli ultimi tempi, confermino che i dati inerenti la produttività dell’ospedale siano quelli corretti e assicurino al SS Gonfalone quella piena operatività che è nella tradizione, nelle migliori potenzialità della struttura e nelle attese di centinaia di migliaia di potenziali utenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento