Monte San Giovanni, per la morte di Marco Taglienti condannate tre persone. Risarcimento da 40 mila euro

L'operaio 35enne morì cadendo dal tetto di un stabilimento nel casertano nel 2009. Dopo tutti questi anni è arrivata la condanna per i titolari della ditta

Operaio frusinate di 35 anni era caduto dal tetto di uno stabilimento di Caserta mentre stava asportando dei pannelli di eternit. Un volo che non gli aveva dato alcuna via di scampo. Marco Taglienti era deceduto sul colpo. A seguito di tali fatti finirono sotto processo cinque persone, tra queste i legali rappresentanti dell'azienda e un dipendente addetto alla sicurezza degli operai.

La condanna

Nei giorni scorsi è arrivata la sentenza di condanna per tre persone con pene che vanno dai 3 anni e sei mesi a due anni di reclusione e due asssoluzioni. Gli imputati sono stati, inoltre, condannati al risarcimento delle parti civili con una provvisionale da 40mila euro oltre al pagamento delle spese processuali.

I fatti

I fatti si riferiscono  all'agostro del 2009 quando Marco Taglienti, operaio originario di Monte San Giovanni Campano, stava lavorando per conto di una ditta che effettuava appunto la rimozione dei pannelli di eternit. Il giovane, da quanto si è appreso in seguito era soltanto un apprendista che stava sostituendo un collega assente e che, sempre secondo gli elementi acquisiti dalla procura, non era stato formato per quanto riguarda la legge 626, legge emanata proprio  per prevenire gli infortuni sul lavoro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte dell'articolo casertanews.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento