menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morolo, dopo il terribile incendio il sindaco ringrazia le forze dell'ordine

Da Anna Maria Girolami un plauso ai vigili del fuoco, protezione civile ed ai piloti dei canadair

“Un sentito ringraziamento al coordinamento dei vigili del fuoco, ai volontari della protezione civile ed ai Canadair intervenuti in maniera tempestiva per domare un incendio pericoloso che ha lambito alcune abitazioni”.

Il sindaco di Morolo Anna Maria Girolami, a nome dell’intera amministrazione comunale, esprime gratitudine nei confronti degli uomini che, in poche ore di intenso lavoro, sono riusciti a domare il terribile rogo che, partendo dalla zona che costeggia la Monti Lepini, è arrivato fino a Monte Faito e Valle Cupa, mettendo in apprensione i residenti della zona.

Fortunatamente sono si sono registrati danni a persone ma, quello provocato all’ambiente, è comunque notevole: “Il lavoro dei vigili del fuoco, dei mezzi aerei e della protezione civile è stato davvero encomiabile – ha sottolineato il primo cittadino morolano – e per questo mi sento di dover ringraziare il comandante dei nostri pompieri e gli altri enti intervenuti. Si tratta di un incendio procurato dalla mano di qualcuno che ha voluto danneggiare l’intera zona. Mi auguro che il responsabile venga individuato e assicurato alla giustizia. Occorre un intervento risolutivo anche per dare l’esempio, altrimenti continueremo soltanto a piangere sulle disgrazie”.


 ZINGARETTI, INCENDI: AUMENTO INQUIETANTE
 “La situazione degli incendi boschivi nel Lazio continua ad essere drammatica. In alcuni luoghi siamo arrivati ad un aumento del 600% rispetto al numero di roghi dello scorso anno, con un immenso patrimonio naturale ormai andato in fumo. Un dato particolarmente grave è quello relativo alle Province di Latina e di Roma dove, il numero degli incendi ha visto un incremento in alcuni periodi anche di oltre il 1.700%. Sono numeri anomali, che rendono sempre più inquietante lo scenario criminale di questi eventi.
Per fronteggiare questa situazione, abbiamo messo in campo misure e risorse straordinarie. Il Piano Operativo anti incendi boschivi incentrato sulla collaborazione con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, è sostenuto da un impegno economico da parte della Regione di 2,3mln di euro: la somma più alta mai impegnata dalla Regione Lazio per una convenzione con i VVF. Grazie all’accordo, sono state messe a disposizione 11 squadre di terra e 14 direttori di operazioni di spegnimento che, dal 24 luglio, sono diventati 16. A queste risorse si è aggiunta la dislocazione di 11 elicotteri che vanno ad aggiungersi ai mezzi della Protezione Civile. Ad oggi, gli elicotteri hanno volato per 3.331 ore a fronte delle 1.241 ore dello stesso periodo 2016. I Vigili del Fuoco e le squadre della Protezione Civile, che ringrazio, stanno facendo un lavoro straordinario, ma è evidente che occorre un impegno ulteriore. Anche perché, a fronte di un aumento così esponenziale degli incendi, sorprende l’esiguità degli arresti. In questo frangente serve uno sforzo straordinario dello Stato, con un rafforzamento dei presidi di controllo del territorio come indispensabili misure di prevenzione. Per questo è necessario rafforzare la presenza di controllo del territorio con tutte le forze disponibili, intensificando anche quella dell’Esercito. Non possiamo permettere che incuria e criminalità mettano a rischio il nostro territorio e in pericolo le nostre comunità”. Lo scrive in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento