menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
ASL Olevano

ASL Olevano

Olevano Romano, il distretto sanitario G4 non si tocca. Le rassicurazioni di Caroli

I sindaci della valle dell'Aniene hanno incontrato il 29 ottobre 2014 presso l'aula consiliare del comune  di Olevano Romano il direttore generale della ASLRMG dott. Giuseppe Caroli per manifestare le preoccupazioni del territorio rispetto ad

I sindaci della valle dell'Aniene hanno incontrato il 29 ottobre 2014 presso l'aula consiliare del comune di Olevano Romano il direttore generale della ASLRMG dott. Giuseppe Caroli per manifestare le preoccupazioni del territorio rispetto ad

un'eventuale ipotesi di smembramento del distretto sanitario g4, come si prevede nel decreto del commissario ad acta n. 259 del 06 agosto 2014 per quei distretti che non raggiungono i quaranta mila abitanti.

L'incontro convocato dal Sindaco Mampieri e dall'assessore Cianca in qualità di capofila (Olevano Romano) del distretto sociosanitario g4 ha visto la partecipazione dei sindaci Pellicia (Subiaco), Troia (Arcinazzo Romano), Tozzi (Marano Equo), Alesi (Assessore Affile), Battisti (Roiate), Dionisi (Canterano), Latini (Cineto Romano), Proietti (Rocca Canterano), Caffari (Riofreddo), Nardoni (assessore Arsoli), Liberati (Camerata Nuova) e dei rappresentanti asl dott. Rapone e dott. Orlandi.

I sindaci hanno auspicato che il nuovo atto aziendale che verrà presentato nelle prossime settimane preveda il mantenimento del distretto sanitario g4 in un territorio montano che comprende ventidue comuni costituenti un'ampia fetta territoriale della città metropolitana.

Da parte dei cittadini della valle dell'aniene e degli amministratori che li rappresentano non è possibile accettare un'ulteriore ipotesi di riduzione dei servizi sanitari dopo la vicenda che ha visto il ridimensionamento dell'ospedale A. Angelucci.

Il direttore generale della ASLRMG dott. Caroli ha rassicurato i sindaci circa il mantenimento del distretto g4 nell'atto aziendale che verrà presentato in regione.

I sindaci confortati dalle parole del dott. caroli hanno espresso soddisfazione per la ragionevole condivisione che non può essere sempre il medesimo territorio a subire tagli ai servizi, che comportano una penalizzazione della qualità della vita dei cittadini che in quei comuni risiedono.

si auspica che le istituzioni regionali tengano fede agli impegni presi per la garanzia dei servizi essenziali dei cittadini così come prevede la costituzione italiana, considerati i precedenti incontri e le rassicurazioni verbali ricevute dall'assessore alle politiche sociali Rita Visini e dal presidente della commissione politiche sociali e saluteOn. Rodolfo Lena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento