rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Il risvolto / Alatri

Omicidio Bricca, un'intera famiglia nel mirino di Procura e Carabinieri

L'iscrizione nel registro degli indagati di Roberto e Mattia Toson, rispettivamente padre e figlio per 'omocidio volontario' e del nonno Luciano Dell'uomo per favoreggiamento, lascia ben sperare i familiari di Thomas. Attenzionato Niccolò Toson

Un'intera famiglia nel mirino degli investigatori per fare piena luce sull'omicidio di Thomas Bricca, il 19enne di Alatri assassinato con un colpo di pistola alla fronte il 30 gennaio scorso.

Questa mattina presso la Procura di via Calvosa, alla presenza dei periti di parte della famiglia Bricca e di quello nominato da Mattia Toson, avverrà l'accertamento unico e irripetibile dell'estrazione dei dati dallo smartphone del 22enne indagato per 'omicidio volontario'. 

Il secondo indagato della stessa famiglia

La stessa operazione verrà ripetuta, nei pressi giorni e dopo in conferimento dell'incarico, anche sullo smartphone di Niccolò Toson, fratello 19enne di Mattia e al momento non indagato. 

Nella giornata di ieri a ricevere l'avviso di garanzia è stato anche Roberto Toson, padre di Mattia e Niccolò. Il 47enne, ex agente di Polizia Penitenzaria, è indagato per l'omicidio volontario in concorso'. L'elenco delle persone attenzione dalla Procura e dai Carabinieri del Reparto Operativo di Frosinone, si conclude con il nome di Luciano Dell'Omo, patrigno di Roberto Toson e nonno dei due ragazzi.

L'uomo, in pensione, dovrà rispondere del reato di favoreggiamento: avrebbe provato a far sparire una pistola scacciacani modificata e avrebbe cancellato le immagini del sistema di videosorveglianza dell'abitazione in cui vive tutta la famiglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Bricca, un'intera famiglia nel mirino di Procura e Carabinieri

FrosinoneToday è in caricamento